EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 12 Maggio 2021

Luino, lavori sulle fogne in piazza Libertà: “Alcuni chiarimenti sul ruolo del Comune”

L'ex sindaco Pellicini, in risposta all'associazione dei pescatori, ripercorre i passaggi della trattativa con Alfa. "Dialogo e coinvolgimento devono proseguire"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sulla cronistoria della trattativa che ha portato Alfa srl, gestore del servizio idrico integrato, ad ufficializzare i lavori in piazza Libertà a Luino, finalizzati al posizionamento di una “vasca prima pioggia”per risolvere il problema degli sversamenti a lago, occorre fare chiarezza.

Lo afferma oggi il consigliere di “Sogno di Frontiera” Andrea Pellicini che da sindaco, negli scorsi anni, ha preso parte al confronto con Alfa e con Ato, l’autorità d’ambito per i servizi relativi alle fognature.

Le sue precisazioni arrivano a seguito di una seconda lettera inoltrata alla nostra redazione dall’associazione dei pescatori dell’alto Verbano, che dopo aver espresso diversi dubbi, in un precedente intervento, circa le possibilità che la vasca possa risolvere definitivamente la problematica che grava sulla qualità delle acque a ridosso del centro di Luino, ha condiviso con i lettori una riflessione sul ruolo e sul livello di coinvolgimento nei processi decisionali dell’amministrazione comunale, prendendo inoltre spunto dal dibattito avvenuto alcuni giorni fa in Commissione Territorio, dove sono stati affrontati i dettagli del piano da quasi due milioni di euro di investimento.

Di seguito la risposta dell’ex sindaco Pellicini alla associazione dei pescatori.

Le osservazioni dell’associazione pescatori Alto Verbano apparse su questo Giornale sono molto interessanti, ma necessitano di alcune puntualizzazioni.

È vero, in primo luogo, che gli importanti investimenti sulle fognature derivano dall’accordo quadro che il Comune stipulò con Alfa e Ato nel 2017. Successivamente a quell’accordo, la Regione finanziò subito la somma di circa 700.000 euro per i primi urgentissimi lavori sulla rete fognaria che sono iniziati nel 2019.

Sempre nel 2019, Alfa presentò al Comune uno studio di fattibilità che prevedeva la concentrazione degli interventi nel centro cittadino, indicando anche la necessità di realizzare la “vasca di prime piogge”.

A quella proposta risposi per iscritto, sostenendo come gli interventi nel centro cittadino fossero da definire unitamente a ragioni di viabilità e di investimento in recenti lavori di arredamento urbano, ma soprattutto che era importante non limitare le opere sulle fognature in Luino centro, ma era doveroso estenderle alla Carnella, a Bonga, Gaggio e alla zona Castello di Colmegna.

Nel luglio del 2020, al termine del primo lockdown, i tecnici del Comune chiedevano aggiornamenti ad Alfa, che dichiarava ancora di essere in fase di progettazione preliminare. Si arrivava quindi al cambio di amministrazione a settembre.

Da ultimo, lo scorso aprile, Alfa presentava il progetto definitivo, poi esaminato in commissione. In quella sede, il nostro gruppo consigliare ha fatto delle puntuali osservazioni. Franco Compagononi (“Sogno di Frontiera”, ndr) ha parlato delle preoccupazioni derivanti dall’impatto ambientale dell’opera, mentre a me è toccato porre l’altrettanto sentito problema della conseguente trasformazione di Piazza Libertà.

Ovviamente non potevamo dire le medesime cose. Per il resto, siamo convinti che il confronto debba continuare e che l’associazione pescatori, quale attore importantissimo delle politiche di tutela delle acque del Verbano, vada costantemente coinvolta in questo percorso.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127