EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 9 Maggio 2021

Ospedale di Luino: “Basta con le promesse, servono progetti e conferme”

Il capogruppo di “Azione Civica” Artoni spiega l’intento della mozione che verrà discussa in consiglio: “I Comuni si uniscano per travolgere immobilismo e incompetenze”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata alla nostra redazione dall’avvocato Furio Artoni, consigliere comunale e capogruppo di “Azione Civica per Luino e Frazioni”, relativa a una delle mozioni da lui presentate e che verranno discusse nel corso della seduta consiliare in programma per domani, lunedì 10 maggio.

Si tratta, nello specifico, di una mozione con la quale Artoni vuole proporre all’amministrazione luinese, guidata dal sindaco Enrico Bianchi, di fare rete con tutti i Comuni della zona per poter chiedere agli enti preposti, con una voce resa più forte dall’unione di tutti, di esplicitare una presa di posizione chiara per quanto concerne la gestione dell’ospedale Luini-Confalonieri. Ecco le sue parole.

Lunedì sera si discuterà, in consiglio comunale a Luino, la mozione di “Azione civica” presentata dal sottoscritto per una presa di posizione chiara da parte degli enti preposti sulla gestione del nosocomio luinese.

In prossimità di tale discussione si stanno avvicendando uscite più o meno ufficiali da parte dei politici sulla ripresa delle attività anche a Luino. Il punto è che anche il direttore sanitario ammette che l’ospedale di Luino è stato penalizzato e che si cercherà di porre rimedio. Come?

Nel frattempo, a causa di una politica inadeguata, figure di alta professionalità stanno abbandonando l’ospedale e l’assoluta incertezza e la politica dell’abbandono hanno generato un crollo del nosocomio. Piani chiusi, perdite di acqua dal tetto, interi servizi medici non più usufruibili: un autentico massacro.

La mozione presentata ha lo scopo di far serrare i ranghi a tutti i Comuni del distretto socio-sanitario per poi rivolgersi con voce unica ai politici preposti. Basta con proclami inutili che hanno troppo il sapore della presa in giro. Se una persona anziana si dovesse rompere il femore potrebbe essere portata addirittura a Milano per essere operata.

Certo, serve un progetto per l’ospedale e credo che le proposte ci siano, bisogna ascoltarle. In questo momento difficile si chiede che tutti i Comuni del distretto socio sanitario si uniscano in formazione per arrivare a travolgere l’immobilismo e le incompetenze di questi anni. La mozione di lunedì sarà una mozione per tutto il distretto e per affermare che la politica deve essere al servizio del cittadino e non di altro.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127