EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 28 Aprile 2021

Luna Park diffuso a Luino: “Favorevole allo spostamento dal campo Lido”

Il presidente della Canottieri Manzo commenta l’ipotesi del Comune: “Area Lido inadeguata da anni. Servono aree dedicate e opportunamente attrezzate”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’idea di un Luna Park “diffuso”, ovvero con le attrazioni distribuite in vari punti della città, continua a far discutere i luinesi, fra perplessità e approvazione per la decisione che l’amministrazione comunale ha reso pubblica in questi ultimi giorni.

Dopo le critiche dell’ex primo cittadino e attuale consigliere di “Sogno di Frontiera” Andrea Pellicini e la risposta del sindaco Enrico Bianchi e degli assessori Serena Botta e Ivan Martinelli, ad accogliere con favore “l’ipotesi di spostare il Luna Park dal campo Lido” è Luigi Manzo, il presidente della Canottieri Luino.

“Sono anni – evidenzia – che segnaliamo l’inadeguatezza dell’area, peraltro mancante dei requisiti di sicurezza necessari, tanto da dover subire ‘espropri temporanei’ dell’area in concessione alla Canottieri per localizzare i punti di raccolta in caso di emergenza. E anche le soluzioni adottate lo scorso anno in relazione ai protocolli Covid hanno comunque fatto rilevare non poche criticità”.

“Leggo dalle dichiarazioni che si parla di poco decoro, sporcizia e disordine con profili di pericolosità per la salute pubblica e con problemi di ordine pubblico che deriverebbero dall’assetto “diffuso” delle attrazioni sul quale si sta lavorando. Concetti che avrebbero dovuto valere – sostiene il presidente della Canottieri luinese – anche per il frequentatissimo Centro Remiero che tutte le estati, e nel mese centrale dell’estate, si è visto costretto ad una convivenza non certo facile e che ha prodotto fortissime limitazioni nell’attività e quindi nell’erogazione di servizi alle famiglie e ai giovani del territorio”.

“Capisco la logica del “not in my by” (“Not In My Back Yard”, letteralmente “Non nel mio cortile sul retro”, ndr), ma credo – prosegue Manzo – che la proposta dell’Amministrazione sia interessante e vada studiata e testata senza pregiudizi per poi, ad esperienza conseguita, affinarne eventualmente i dettagli per le prossime edizioni; ciò nell’attesa che si rendano disponibili aree dedicate e, a differenza del campo Lido, opportunamente attrezzate in modo da consentire agli operatori del Luna Park di svolgere il loro lavoro adeguatamente e in piena sicurezza”.

“Da un lato lo spostamento nel tessuto urbano di alcune attrazioni potrà sicuramente favorire l’afflusso delle famiglie generando utenti per gli esercizi commerciali di Luino. Dall’altro il campo Lido, liberato da questa servitù, potrà essere reso alla piena fruibilità della comunità costituendo – conclude – un polmone verde per le attività motorie all’aria aperta quanto mai necessarie permanendo le restrizioni Covid”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127