EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lavena Ponte Tresa | 17 Aprile 2021

Lavena Ponte Tresa, il territorio si mobilita: “Riaprite le frontiere”

La richiesta è quella di consentire l’ingresso in Italia, nella fascia di 20 km dal confine, anche a coloro che risiedono oltre il confine. "Decisivo per la ripresa"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Il sindaco di Lavena Ponte Tresa, nonché presidente dell’associazione Comuni Italiani di Frontiera, Massimo Mastromarino, questa mattina, ha inviato una lettera alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Sanità, al Ministero degli Affari Esteri, al Ministero dell’Interno, al Ministero dello Sviluppo Economico, alla Presidenza Regione Lombardia, all’A.N.C.I. Lombardia e ai parlamentari delle Circoscrizioni Lombardia e Lombardia 1.

La missiva è stata inviata dopo la conferenza stampa di ieri del premier Mario Draghi, nella quale ha annunciato che dal prossimo 26 aprile anche la Lombardia, con tutta probabilità, tornerà in zona gialla. La grave criticità dell’alto Varesotto, però, riguarda commercio e turismo, in difficoltà a causa delle frontiere chiuse, con l’obiettivo di fronteggiare e contrastare il contagio e la diffusione del Covid-19.

La decisione del Governo – scrive il il presidente ACIF Mastromarino – di favorire la graduale riapertura delle attività commerciali, delle attività culturali e sportive, di consentire gli spostamenti, di favorire la ripresa economica e la socialità, attraverso l’istituzione della Zona Gialla, a partire da lunedì 26 aprile, costituisce un provvedimento incisivo anche per i Comuni di Confine, solo se accompagnata alla volontà di riaprire le frontiere“.

Chiediamo pertanto, in analogia a misure simili già assunte nelle zone di frontiera – continua Mastromarino – di consentire l’ingresso nel territorio nazionale, nella fascia territoriale di 20 km dal confine, anche a coloro che risiedono oltre il confine svizzero, senza necessità di effettuare tampone molecolare, come già per altro previsto per i lavoratori frontalieri. Questa misura, assieme a quelle già annunciate dal Governo, sono decisive per la ripresa economica dei nostri territori”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127