EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Calcio | 20 Gennaio 2021

Serie A: il calcio lombardo finalmente si riprende la scena

In questa prima parte di campionato le principali protagoniste della Serie A sono il Milan di Stefano Pioli e l’Inter di Antonio Conte. E torna in auge l'Atalanta

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Dopo anni di difficoltà il calcio lombardo sta prepotentemente tornando ai fasti di un tempo. In questa prima parte di campionato le principali protagoniste della nostra Serie A sono, infatti, il Milan di Stefano Pioli e l’Inter di Antonio Conte. Due squadre che stanno dimostrando – come possiamo vedere su Campobet – di potersela giocare fino in fondo per la conquista dello scudetto.

Il sorprendente Milan di Stefano Pioli

Forse ad inizio anno nessuno avrebbe puntato sulla squadra rossonera per la conquista dello scudetto. Dopo una prima parte di campionato a dir poco straordinaria, però, anche i più scettici devono ricredersi. Il Milan è una squadra solida e di carattere che può vincere su qualsiasi campo e per questo motivo può arrivare a vincere lo scudetto.

La squadra segue i dettami tattici del proprio mister e lo fa divertendosi. La squadra dimostra, infatti, di avere entusiasmo in quello che fa. Mai nessuno era riuscito a mettere in piedi una squadra così ben ordinata in campo negli ultimi anni. Pioli ci è riuscito, e ci è riuscito schierando spesso una formazione molto giovane. Contro il Benevento, ad esempio, l’ex tecnico della Fiorentina ha schierato una formazione dall’età media inferiore ai 25 anni, per la precisione 24 anni e 122 giorni, tra gli 11 più giovani del campionato. Il record resta sempre la partita dei rossoneri contro lo Spezia, vinta con una formazione di appena 22 anni e 287 giorni.

La difesa è uno dei punti forti di questo Milan che grazie all’esperienza di Romagnoli e Kjaer, oltre alle accelerazioni devastanti di Theo Hernandez ed alla freschezza di Calabria e Donnarumma, dimostra di essere sempre più rodata e pronta a lottare su ogni campo. Uno dei calciatori che più ha beneficiato della cura Pioli è proprio Davide Calabria. Il terzino è stato spesso criticato in passato dai tifosi, oggi però è il giocatore con più contrasti vinti in Serie A. Anche chi entra a partita in corso difficilmente fa fatica, e funzionano le seconde linee: ieri sera Dalot non ha giganteggiato, ma è riuscito a tappare il buco lasciato dalla pesante squalifica di Theo Hernandez. A guardare le cifre, i meriti arrivano anche dal mercato rossonero e dal lavoro di Maldini e Massara, capaci di capitalizzare un budget lontanissimo da quelli di Juventus e Inter.

L’Inter di Antonio Conte

Dopo la cocente eliminazione dalla Champions League l’Inter di Antonio Conte è tornata ad essere una squadra vera e pronta a dimostrare tutto il proprio valore. Era dal 2008, anno con Josè Mourinho in panchina, che l’Inter non riusciva a racimolare otto vittorie di fila. Eppure il mister salentino non vuole ancora pronunciare la parola scudetto. Anche perché restano ancora molte partite da affrontare e nell’ultima parte di campionato l’Inter è attesa da diversi scontri diretti che potranno dire davvero dove questa squadra potrà arrivare. Nel mese di gennaio ed in quello di febbraio l’Inter dovrà dimostrare di essere cresciuta anche negli scontri diretti e di poter seriamente puntare alla conquista dello scudetto.

Per poterlo fare però l’allenatore chiede rinforzi alla società ed il nome nuovo è quello di Graziano Pellè, ex Southampton che è svincolato dopo l’esperienza in Cina. Occhio però al ritorno di fiamma per Edin Dzeko, vero pallino dell’ex tecnico della Juventus. Il bosniaco sta però bene a Roma dove sta offrendo prestazioni di livello assoluto, trascinando così la squadra capitolina verso le zone alte della classifica.

Il ritorno dell’Atalanta

Altra squadra lombarda che sembra essere tornata ai fasti di un tempo (più o meno recente) è l’Atalanta di Gasperini. La sorprendente squadra di Gasperini sembrava aver perso la bussola, specie dopo le scoppole subite in Champions per mano del Liverpool di Klopp.

Inoltre, a peggiorare la situazione, la vicenda Gomez che è ormai finito ai margini del progetto. Il mister è stato però bravo a ricucire il rapporto con il resto della squadra ed a mettere in campo tutta la propria maestria per dare alla propria formazione un gioco offensivo ed equilibrato allo stesso tempo.

L’Atalanta viaggia ora, nuovamente, sulle ali dell’entusiasmo ed ha ritrovato anche uomini chiave come Ilicic e Zapata, pronti a trascinare la Dea verso obiettivi sempre più importanti. Quello primario riguarda sempre la Champions League, vitale per una società come l’Atalanta per crescere nel corso degli anni ed essere sempre competitivi con le altre squadre, sia in Italia che in Europa.

Argomenti: , , ,

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127