EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Maccagno con Pino e Veddasca | 19 Novembre 2020

Forcora, dopo il maltempo l’impianto di risalita torna come nuovo

Necessari interventi sia sulle strutture che sul terreno, danneggiati dalle piogge. "Grido di allarme a vuoto, ma ci siamo rimboccati le maniche. Ora siamo pronti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il maltempo che il 28 e 29 agosto scorsi ha creato molteplici disagi soprattutto in Val Veddasca: oltre alla tragedia avvenuta nel letto del torrente Molinera, dove ha perso la vita il 38enne comasco Andrea Galimberti, e all’interruzione della SP5 a causa di alcuni eventi franosi, anche in Forcora sono stati registrati diversi danni.

A fare le spese delle forti piogge di quei giorni sono stati sia la pista da sci sia l’impianto di risalita: come ha raccontato il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, sulle colonne de La Prealpina, il funzionamento delle strutture è stato compromesso in particolare a causa di solchi profondi sul terreno causati dal deflusso delle acque che, in alcuni casi, hanno raggiunto anche i cavi elettrici. In aggiunta, si è reso necessario intervenire anche sui plinti di sostegno per consolidarli, dal momento che presentavano segni di erosione. Opere, queste, che necessitavano di uno stanziamento di fondi di circa 125mila euro.

Una decina di giorni fa, però, nel condividere con la comunità locale l’avanzamento dei lavori in corso sull’impianto sciistico sul Cadrigna, l’amministrazione ha voluto anche sottolineare come il grido di allarme lanciato nelle settimane precedenti agli enti preposti sia caduto nel vuoto: “L’unica cosa che abbiamo ricevuto in cambio è stato un silenzio tanto assordante quanto imbarazzante. Non ci siamo persi d’animo, comunque. Come siamo abituati a fare, ci siamo rimboccati le maniche e ci siamo arrangiati“.

Ed ecco che, all’inizio di questa settimana, è stato annunciato il completamento degli interventi necessari a ripristinare il corretto funzionamento della struttura, con tanto di verifiche di legge per la sicurezza. Certo, la situazione legata all’emergenza sanitaria e le tante incertezze (compresa quella sulla presenza della neve nei prossimi mesi) lasciano un grosso punto di domanda sulla possibilità di poter usufruire dell’impianto sciistico – l’unico nell’alto Varesotto – e di poter tornare a godere della bellezza di quei luoghi dopo tanti mesi difficili, ma Maccagno e la Veddasca sono pronti: “Comunque vada, nessuno potrà accusarci di non aver fatto la nostra parte”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127