EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Veddasca | 3 Settembre 2020

Ritrovato il corpo del 38enne disperso in Veddasca, salma a disposizione dell’autorità giudiziaria

Il massiccio impiego di personale ha finalmente portato alla conclusione delle ricerche. L'uomo è stato ritrovato in un tratto del torrente non ancora battuto

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Aggiornamento ore 15

Il corpo è stato recuperato con manovra al vericello dal “Drago 84” dei vigili del fuoco del reparto volo Lombardia in collaborazione con i tecnici del Soccorso Alpino. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nei giorni scorsi, l’area della forra, lunga circa 6 km, con un dislivello di circa 800 m, era stata suddivisa in quattro settori, per consentire una bonifica meticolosa di anfratti e pozze. Nella parte iniziale era stata ritrovata la mantella dell’uomo disperso. La giornata di oggi prevedeva il proseguimento delle operazioni nel tratto centrale, dove il Cnsas Lombardo era presente con una trentina di soccorritori, appartenenti alla squadra forra regionale, con tecnici specializzati per questo particolare tipo di contesto, e della XIX Delegazione Lariana, con le squadre territoriali alpine, in collaborazione con i Vigili del fuoco.

L’elicottero della Guardia di finanza ha portato sul posto i diversi gruppi. A metà mattinata è avvenuto il ritrovamento dell’uomo, senza vita, in prossimità del secondo salto della terza sezione, a un centinaio di metri dall’ingresso in forra. I soccorritori hanno sgomberato l’area per il recupero in sicurezza del corpo con l’elicottero dei Vigili del fuoco. Un ringraziamento giunge – da parte del personale del CNSAS – nei confronti dei Carabinieri del Comando di Luino e dell’amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca, per il supporto dato in questi giorni.

Aggiornamento ore 12

Il grande spiegamento di uomini che nella mattinata di oggi, giovedì 3 settembre, si è rimesso al lavoro per un’altra giornata di ricerche nelle acque del torrente Molinera, ha finalmente portato a un risultato, seppure tragico.

È stato infatti ritrovato, in un punto del corso d’acqua non ancora battuto dalle squadre di soccorso, il corpo del 38enne comasco scomparso sabato scorso mentre si trovava insieme a un amico nei boschi della Veddasca, alla ricerca di funghi.

Caduto nel Molinera mentre imperversava il maltempo che ha flagellato tutto il territorio – causando disagi soprattutto in quelle zone – dell’uomo si erano immediatamente perse le tracce, facendo così scattare l’imponente macchina dei soccorsi.

Da giorni, ormai, le squadre del S.A.F dei vigili del fuoco e del T.A.S stavano operando congiuntamente agli uomini del Soccorso Alpino lungo i tratti della forra – lunga 6 km e con un dislivello di circa 800 metri – riuscendo anche a ritrovare alcuni indumenti appartenuti al disperso. Sono ora in corso le operazioni di recupero della salma, che dovrà successivamente essere identificata dai famigliari.

I soccorritori esprimono il massimo cordoglio ai parenti del 38enne e ringraziano gli abitanti dei Monti di Pino per la disponibilità e il sostegno dimostrato nei loro confronti da parte dei residenti della zona, anche attraverso piccoli gesti, in queste giornate difficili.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127