EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Canton Ticino | 17 Novembre 2020

Covid, Ticino: crisi degli operatori culturali. “Nuove domande di aiuto finanziario immediato”

Il capo del Dipartimento dell'Interno, Alain Berset, ha incontrato una delegazione di lavoratori del settore. I Cantoni stanno attivando i portali per le richieste

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Per gli operatori della cultura è escluso un miglioramento a breve termine. Questa l’amara previsione emersa a seguito di un incontro che si è tenuto negli scorsi giorni tra il capo del Dipartimento federale dell’Interno, Alain Berset, e una delegazione di rappresentanti svizzeri del settore.

Un incontro diventato necessario dopo l’entrata in vigore delle ultime misure anti Covid di inizio novembre, che in particolare per il Canton Ticino complicano, non di poco, lo scenario lavorativo di tante persone sul territorio al confine con l’alto Varesotto. Le misure, come è noto, prevedono un numero massimo di trenta spettatori per attività quali cinema e teatri, in linea con quanto stabilito per il pubblico degli sport professionistici e per chi partecipa a matrimoni e celebrazioni religiose.

I provvedimenti si differenziano molto a seconda della situazione dei singoli Cantoni, ma unica è la visione a livello di Confederazione per quanto concerne gli aiuti destinati alla sopravvivenza del settore. Già nel pieno della prima ondata Covid di marzo il Governo svizzero aveva provveduto allo stanziamento di 280 milioni di franchi da distribuire tramite domande di aiuto finanziario.

A settembre il Parlamento, date le circostanze che vedono tuttora la Svizzera come uno dei Paesi europei maggiormente in difficoltà nel contesto pandemico, ha deciso di replicare con un ulteriore e provvisorio stanziamento di 130 milioni. Provvisorio perché – previsione del consigliere federale Berset – non è detto che queste somme basteranno per difendere il settore culturale dalla pressione e dalle conseguenze economiche del coronavirus.

La manovra di sostegno tuttavia prosegue, e al momento tale aspetto è di gran lunga quello più rilevante. “La Confederazione ha messo in atto i provvedimenti – ha spiegato Berset – e in alcuni Cantoni sono stati attivati i portali per le domande di indennità di perdita di guadagno e di aiuto per progetti di ristrutturazione delle imprese culturali. Operatori e organizzazioni, anche amatoriali, possono presentare sin d’ora ai servizi competenti nuove domande di aiuto finanziario immediato“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127