Luino | 15 Ottobre 2020

Luino, assembramenti di giovani nei bar? Parte progetto su prevenzione nelle scuole per evitarli

Dopo la riunione del C.O.C. di lunedì parte un'iniziativa con due incontri, al "Città di Luino" è al liceo "V. Sereni", grazie al Comune e alla CRI di Luino e Valli

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Mentre continuano a crescere i casi Covid sia in Lombardia che in provincia di Varese e nel nord del Varesotto, anche il Comune di Luino sta monitorando attentamente la situazione non solo per il focolaio partito all’interno dell’ospedale, ma anche per la situazione nelle scuole, dove sono diverse le classi in quarantena a causa di studenti o docenti risultati positivi al tampone.

Per questo l’amministrazione comunale, insieme alle forze dell’ordine, ha predisposto controlli nei locali e nei ristoranti della zona, anche a seguito dell’appello del sindaco Enrico Bianchi, che lo scorso 5 ottobre si era rivolto soprattutto i giovani per invitarli a seguire le misure anti-Covid: oltre ad indossare i dispositivi di protezione individuale e a rispettare il distanziamento sociale, anche quello fondamentale di evitare assembramenti davanti a bar.

Lunedì sera, durante la riunione del Centro Operativo Comunale a Palazzo Serbelloni, è stato avviato un progetto che mira non solo a reprimere assembramenti, nei quali è rischioso evitare il contagio, ma anche a prevenire queste situazioni di pericolo. “Prima di essere amministratori – commenta la vicesindaca Antonella Sonnessa -, siamo anche educatori e dobbiamo far capire ai giovani quanto sia fondamentale in questo periodo evitare assembramenti e contatti. I positivi continuano a crescere, non possiamo permetterci di sottovalutare il Covid”.

E così, venerdì mattina all’I.S.I.S. “Città di Luino – Carlo Volontè” e sabato mattina al Liceo scientifico “Vittorio Sereni”, ci saranno due incontri, dalle 9 alle 10, in cui la dottoressa Laura Bordin, esperta indicata dalla Croce Rossa di Luino e Valli, la vicesindaca Antonella Sonnessa e la Comandante della Polizia locale Elvira Ippoliti, interverranno su “Zoom”, piattaforma che collegherà tutte le classi, per parlare agli alunni del nuovo decreto legge, dell’ultimo Dpcm e di tutte le regole da rispettare, con la possibilità di fare domande e richieste. “Oltre all’I.S.I.S. e al liceo – commenta ancora Sonnessa -, coinvolgeremo anche le altre scuole luinesi”.

“Abbiamo accolto favorevolmente l’iniziativa del comune di Luino – ha affermato il presidente della Croce Rossa di Luino e Valli, Pierfrancesco Buchi -. Da tempo collaboriamo con le scuole superiori per sensibilizzare i giovani ad essere consapevolmente cittadini attivi. Oggi in piena emergenza pandemica dobbiamo essere tutti preparati. Nel limite delle nostre possibilità, mettiamo a disposizione il nostro know-how e le nostre risorse in questa direzione”.

“Per questo ho incaricato la nostra volontaria Laura Bordin, medico e formatrice capace, già operativa nel presidio tamponi organizzato lo scorso maggio e giugno, e tra le coordinatrici dell’assistenza durante gli esami di maturità, a dare il proprio contributo in rappresentanza della Croce Rossa a questa iniziativa. Ringrazio l’amministrazione comunale per averci coinvolto. Sono certo che questa è la strada migliore per fare un buon lavoro di squadra sul territorio in favore della salute e della prevenzione”, conclude Buchi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127