EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Curiglia con Monteviasco | 6 Ottobre 2020

Sollievo a Curiglia: questione di giorni per l’arrivo del ponte carrabile

Dopo l'ulteriore rinvio per il maltempo degli scorsi giorni, prevista per questo finesettimana l'installazione della struttura per ripristinare i collegamenti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo il rinvio dello scorso weekend, dovrebbe arrivare al termine di questa settimana il ponte “Bailey” necessario a ripristinare la viabilità tra Curiglia con Monteviasco e il territorio circostante lungo la SP6, interrotta a causa dei danni provocati dal maltempo di fine agosto.

Il crollo di un tratto della strada provinciale ha isolato il paese da Dumenza, dando il via a un vero e proprio calvario per tutti gli abitanti, acuito anche da problematiche sia burocratiche sia dovute ad ulteriori eventi meteorologici che hanno fatto slittare fino ad ora la posa della struttura necessaria a consentire il passaggio dei veicoli.

Protezione civile e volontari si sono immediatamente resi disponibili per supportare la popolazione del paese con servizi di consegna della spesa o di trasporto per chi necessita di visite mediche, ma ovviamente la priorità è sempre stata quella di garantire nuovamente nel minor tempo possibile i collegamenti da e per il borgo – cosa per la quale l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Nora Sahnane ha interloquito fin da subito con Provincia e Regione – in attesa del termine dei lavori di ricostruzione vera e propria della carreggiata.

Come riportato oggi sulle colonne de La Prealpina, il consigliere provinciale con delega alla Protezione civile Alberto Barcaro ha annunciato che la pausa di quest’ultimo cantiere nei giorni di sabato e domenica consentirà dunque ai genieri di montare, posare e collaudare i 24 metri del ponte i prossimi 10 e 11 ottobre. Tali operazioni porteranno infine a stabilire se l’effettiva portata potrà essere elevata dalle 35 tonnellate previste a 50, in modo da permettere anche il transito dei mezzi per i rifornimenti di Gpl e di quelli della nettezza urbana.

Saranno proprio gli enti provinciale e regionale a sostenere i costi di questa operazione tramite la formula del rimborso spesa – si legge nell’articolo a firma di Pasquale Martinoli sul quotidiano locale – che ha fatto sì che si potessero abbreviare i tempi di azione, come auspicato da tutti i coinvolti.

L’attesa della prima cittadina e dei residenti del piccolo borgo di Curiglia, preoccupati ed esasperati da questi rinvii, per la risoluzione – provvisoria, sì, ma quantomeno effettiva – si fa sempre più forte: sarà finalmente la volta buona?

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127