Brenta | 14 Settembre 2020

Brenta, lettera aperta del sindaco Ballardin agli studenti delle scuole elementari

Il primo cittadino riflette sulla ripresa delle lezioni, ormai imminente, e sulla rivoluzione delle norme anti Covid. "Creiamo insieme una nuova e sana normalità"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la lettera con cui il sindaco di Brenta, Gianpietro Ballardin, si rivolge agli studenti delle scuole elementari del paese per una riflessione sull’anno scolastico iniziato oggi, divisa tra il senso di timore collettivo per quel “nemico invisibile” non ancora del tutto sconfitto e la necessità di adeguarsi nel migliore dei modi, e in totale sicurezza, alla rivoluzione “anti Covid”. Per riappropriarsi di una insostituibile componente della quotidianità. 

Care alunne e cari alunni, il prezioso tempo della vostra crescita non si ferma. In questi giorni ci siamo impegnati per preparare il vostro rientro, e oggi voi avete una scuola pulita, profumata e accogliente come mai l’avete vista.

Se all’inizio dello scorso anno scolastico ci avessero raccontato cosa avremmo vissuto solo qualche mese più tardi nessuno di noi ci avrebbe creduto, pensando ad un racconto d’altri tempi.

E invece eccoci qui, catapultati in una realtà nuova e inusuale, al massimo letta sui libri, nei romanzi storici, raccontata dai vostri nonni o in epoche vissute da altri. È vero ci sentiamo frastornati tra l’incredulità e la preoccupazione di doverci difendere da un nemico invisibile; tra l’ansia di essere aggrediti da questo virus e la paura di chi ci è vicino che può contagiarci. Pensieri e sensazioni umane che esprimono però l’esatto contrario di ciò che attraverso l’educazione e la cultura la scuola vuole far emergere nei suoi percorsi importanti di formazione.

Ma come può un momento così drammatico diventare, nonostante tutto, occasione e opportunità per ricercare e magari trovare bellezza e felicità?

In questi giorni i vostri docenti in collaborazione con i vostri genitori si sono attivati per trovare soluzioni che possono evitare le paure, per non lasciarvi soli e cercare di ricreare una nuova e sana “normalità”. Normalità che ha bisogno dei momenti di impegno nello studio, di riflessione nelle cose da fare per non perdere il contatto con la realtà del vostro percorso di formazione.

Vi invito cari bambini/e a non avere paura e a sfruttare in positivo questo vostro tempo. Fidatevi dei vostri insegnanti, seguite i loro consigli, svolgete i compiti e le attività che vi assegneranno. Sappiate che anche i vostri docenti si stanno misurando con un modo nuovo di “fare scuola” e che vi è il massimo impegno da parte di tutti noi per “salvare il vostro anno scolastico

La Scuola anche al tempo del Coronavirus continua ad esserci. La scuola di Brenta, la vostra scuola, non lascia solo e indietro nessuno, sollecitando un percorso di umanità che fa appello anche al proprio ingegno creativo per darsi nuove prospettive.

Auspico una crescita responsabile ed attenta a creare un mondo che tutti noi vorremmo migliore e soprattutto spero nella vostra capacità, attraverso gli stimoli che noi costantemente incoraggiamo, in grado di lasciare un futuro migliore ed ecologicamente vivibile a chi verrà dopo di noi.

Buon anno scolastico a tutti voi, alle vostre/i insegnanti, ai vostri genitori e a noi come partecipi del vostro impegno.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127