Luino | 5 Agosto 2020

SS394, lavori ai viadotti e rischio sversamenti: “Il Comune di Luino da che parte sta?”

La lista "Proposta per Luino", guidata da Enrico Bianchi, rilancia dopo i pescatori sul ruolo di palazzo Serbelloni rispetto alla vicenda. "Disponibili al confronto"

Una struttura di sostegno su un tratto di strada verso Colmegna, il sindaco scrive ad Anas
Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Riceviamo e pubblichiamo una lettera della lista civica “Proposta per Luino – Enrico Bianchi sindaco”, che arriva a margine della notizia di futuri sversamenti nel lago Maggiore legati alla necessità degli addetti ai lavori di Anas di intervenire sulla rete fognaria, nell’ambito dei lavori di riqualifica dei viadotti situati lungo la strada statale 394 tra Maccagno con Pino e Veddasca e Luino. Nei giorni scorsi, sullo stesso tema, sono intervenuti il capogruppo di minoranza de “L’Altra Luino”, Franco Compagnoni, e l’associazione sportiva dilettantistica Pescatori Alto Verbano.

La notizia lascia non pochi dubbi su due aspetti: quello relativo alla condivisione preventiva del progetto e quello legato all’impatto negativo sull’ambiente e sul turismo. Nel primo caso, le perplessità nascono da alcune domande a cui gradiremmo venisse data risposta: questo intervento specifico è stato previsto e presentato nelle fasi progettuali e quindi discusso nelle opportune sedi istituzionali laddove gli enti interessati hanno la possibilità di esprimersi nel merito delle proprie competenze? Se questo è effettivamente accaduto, il Comune di Luino ha manifestato la propria opinione?

Riguardo alla seconda questione, ovviamente preoccupano le conseguenze dirette sulla qualità delle acque del lago e sulla salute umana, che rendono necessaria la chiusura di ampi tratti di costa negando quindi la fruizione delle poche spiagge che il territorio comunale può offrire. Tale necessità danneggerebbe ulteriormente il settore turistico già fortemente compromesso. Se è tanto importante la difesa del nostro territorio, l’amministrazione comunale è disposta ad accettare una necessità cantieristica senza spendere una parola di dialogo costruttivo per studiare altre soluzioni più accettabili?

“Proposta per Luino” invoca un maggiore ascolto alla nostra comunità e, se ritenuto opportuno, è pronta a contribuire alla ricerca di un’alternativa tecnicamente sostenibile da discutere con Anas.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127