Luino | 29 Luglio 2020

Polemiche sull’ospedale di Luino, “Più posti letto, assunzioni e potenziamento della chirurgia”

Asst interviene dopo le tante sollecitazioni degli attivisti M5S e del comitato "Pro Ospedale". Quinto piano, imminente il bando per i lavori. La replica di Monti

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Dopo mesi di interrogativi su interventi che l’intera comunità luinese considera da tempo fondamentali per il potenziamento dell’ospedale di Luino, gli attivisti Cinque Stelle della città lacustre riconoscono oggi i segni di una potenziale vittoria – da consolidare però con la concretizzazione effettiva dei progetti – tra le righe di una missiva in cui l’ASST dei Sette Laghi mette nero su bianco la volontà di intraprendere due strade per migliorare l’efficienza del presidio di via Forlanini.

Da una parte c’è la riorganizzazione dell’attività di chirurgia, dall’altra l’obiettivo è rappresentato da un miglior utilizzo dei posti letto. Nel primo caso il processo evolutivo (che comunque non includerà l’assunzione di ulteriori professionisti) è considerato opportuno alla luce del trend in aumento per le procedure chirurgiche in “Day Surgery” e in elezione.

Diverso, ma sempre in termini di organico, il discorso per quanto riguarda il potenziamento delle cure Sub Acute, dove le assunzioni stimate dall’azienda prevedono l’ingresso di un nuovo medico, di tre infermieri, un case manager, sette OSS e un tecnico della riabilitazione.

Entro il 2020 – si apprende da fonti di ASST – i posti letto per Cure Subacute a Luino verranno incrementati da 10 a 15, offrendo la premessa per una successiva conversione in degenze di comunità. La creazione di tali degenze permetterà di gestire tutti i pazienti che necessitino di un ricovero a basse intensità di cura, sia per riacutizzazione delle loro condizioni di base, sia come proseguimento di una degenza ordinaria, senza gravare sui reparti per acuti e migliorando la gestione dei posti letto di questi ultimi”.

Qualcosa sembra sbloccarsi anche sul fronte del rifacimento del tetto e della ristrutturazione del quinto piano dell’ospedale, questione che ha più volte infiammato il dibattito tra attivisti grillini e la Lega, e che non ha mai perso centralità nelle iniziative di monitoraggio del comitato “Pro Ospedale” cittadino, fin dai primi annunci di intervento. Regione Lombardia ha stanziato allo scopo un finanziamento pari a 700mila euro – ricorda ASST – e dopo l’approvazione del progetto definitivo, pare ormai imminente l’apertura del bando per l’aggiudicazione dei lavori.

Per quanto riguarda la Neuropsichiatria Infantile, oggetto lo scorso inverno di forti preoccupazioni da parte di diverse famiglie luinesi per il rischio di trovarsi private di essenziali figure di riferimento – è giunta ulteriore conferma della concessione che garantisce il regolare svolgimento delle attività, tra le quali sono inserite 36 ore settimanali di logopedia e 24 di psicomotricità, grazie al supporto di due liberi professionisti (prevista una terza psicomotricista), due psicologhe a tempo pieno, due neuropsichiatre infantili, un tecnico della riabilitazione e un’educatrice.

Ci riteniamo soddisfatti – commentano tramite una breve nota il consigliere regionale M5S Roberto Cenci e l’attivista Gianfranco Cipriano – ma non abbiamo alcuna intenzione di abbassare la guardia, anzi, al contrario continueremo ad impegnarci affinché il presidio luinese torni ad essere efficace, completo e capace di rispondere alle esigenze del territorio“.

Dai 5 Stelle solita demagogia da campagna elettorale. I lavori all’Ospedale di Luino sono partiti grazie all’ASST”. Così ha replicato Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali al Pirellone, in merito alle rivendicazioni degli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle circa i lavori di ristrutturazione al presidio ospedaliero locale.

“È curioso – spiega Monti – constatare come i grillini rivendichino con forza i risultati del lavoro di altri. Imperterriti continuano a scambiare quanto di buono fatto dall’azienda ospedaliera, senza alcuna pressione politica, con i loro spot demagogici da campagna elettorale”.

Ringrazio – continua il Presidente – il vicesindaco, Alessandro Casali, con cui in questi anni ho condiviso numerose battaglie a difesa dell’Ospedale. Mi dispiace constatare che i grilli utilizzino questi mezzi per far campagna elettorale in vista delle prossime elezioni amministrative. Dopo mesi di critiche forzate circa i numerosi risultati conseguiti a favore della struttura, oggi cercano maldestramente di rivenderli come propri alla cittadinanza. Inoltre, ritengo ulteriormente imbarazzante la strumentalizzazione della figura del collega in Consiglio regionale, Roberto Cenci, che ritengo persona seria e di spessore”.

La mattina di venerdì 7 agosto – conclude – sarò in tour a Luino con il candidato sindaco della Lega, Casali. Visiteremo anche l’Ospedale e annunceremo i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza al tetto della struttura. Questa è la Lega: fatti e non parole al vento”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127