Castello Cabiaglio | 28 Luglio 2020

Provinciale tra Cabiaglio e Brinzio: ecco come è avvenuta la riapertura post maltempo

Le fasi dei lavori, ultimati in tempo record lo scorso 17 luglio, spiegate nel dettaglio. Venti i giorni assegnati alla ditta appaltatrice per l'opera da 115mila euro

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(A.C.) Il 23 giugno scorso, con propria ordinanza, la Provincia di Varese provvedeva a chiudere al transito pedonale e veicolare la Strada Provinciale 45 Brinzio – Gemonio ”del Campo dei Fiori” tra Castello Cabiaglio e Brinzio.

Motivo della drastica scelta la segnalazione – poi confermata – che il nubifragio di domenica 7 giugno scorso aveva minato le fondazioni di una delle pile del ponte a tre arcate con cui l’infrastruttura provinciale scavalca il rio Caprera, un corso d’acqua che scende dalle pendici del Campo dei Fiori.

La piena aveva infatti generato uno smottamento e l’asportazione di terreno da sotto il pilone di mezzo, compromettendo la stabilità del manufatto e la sicurezza di chi vi transitava. I tecnici della Provincia si sono immediatamente messi all’opera e hanno predisposto un progetto di ripristino dello stato dei luoghi che, con una cifra di 115mila euro (di cui 85mila per lavori; 3mila per oneri di sicurezza; 7.600 per spese tecniche ed imprevisti e 19mila per IVA), ha ridato funzionalità al ponte e permesso la riattivazione della circolazione.

I fondi necessari sono stati recuperati dalla Provincia attingendo dal ristorno frontalieri 2016, come spiega la deliberazione del presidente adottata per regolarizzare i lavori di somma urgenza. Più in dettaglio, per rimediare ai danni del nubifragio, si sono consolidate con nuovi argini in pietroni le sponde del torrente Caprera in prossimità dell’attraversamento stradale; si è costruita una presa di magra per portare con un tubo le acque a valle del cantiere e, nel contempo, si è realizzato un lastricato antierosione a lato delle tre pile del ponte per impedire all’acqua di scavare in futuro sotto di esse.

Secondo le procedure dettate dalle normative in caso di intervento d’urgenza (art. 163 del d.lgs. 50/2016), l’ente proprietario della strada ha dato incarico all’impresa “Civelli Costruzioni S.r.l.” di Gavirate – già appaltatrice per l’anno 2019/2020 dei lavori di sistemazione e manutenzione delle strade provinciali della zona n. 6 – di eseguire tutti gli interventi previsti dal progetto di ripristino, dando a tale ditta il tempo massimo di venti giorni per completare le opere e chiudere il cantiere.

Il cronoprogramma è stato rispettato, infatti la strada è stata riaperta il 17 luglio così da riattivare completamente la SP 45 che rappresenta la direttrice viaria fondamentale per i collegamenti dal centro Valcuvia verso Varese.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127