Luino | 2 Maggio 2020

Luino dà il via al presidio “drive in”, in prima linea per sconfiggere il Coronavirus

Una ventina le persone che si sono sottoposte ai primi tamponi, effettuati dai volontari della CRI di Luino e Valli. L'impegno durerà almeno per tutto maggio

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Sotto un bel sole caldo primaverile ha preso il via, questa mattina, sabato 2 maggio, a Luino il “drive in” per i tamponi da effettuare alla popolazione da parte della Croce Rossa di Luino e Valli, utili per registrare altri casi positivi al Coronavirus tra le persone degli elenchi stilati dalla Regione Lombardia su indicazione dell’ATS Insubria e dei medici di base.

Una ventina in totale le persone che, dalle 9 alle 11, arrivate in automobile nel punto stabilito presso l’ex area Visnova si sono sottoposte ai tamponi, svolti da parte dei volontari 118 dell’associazione luinese, che per organizzare tutto al meglio si è suddivisa in tre team, quello sanitario, quello logistico e quello legato alla sicurezza. Un sorriso, quello di questi giovani, che dà un bagliore di luce in fondo al tunnel di questo periodo così drammatico in tutto.

Le automobili, arrivate dalla rotonda dell’Ospedale, sono entrate negli spazi preposti anche con l’ausilio degli agenti della Polizia Locale e dei volontari della Protezione civile e dell’Associazione Carabinieri in congedo di Luino, i quali hanno fatto defluire i veicoli senza intoppi.

“Un grazie per questa lodevole iniziativa, nata sull’idea di Loredana Amadio di SOS Tre Valli, riportata al mio vice sindaco, al quale ha fatto seguito un gran lavoro di squadra con ATS Insubria e Croce Rossa di Luino e Valli – commenta il sindaco Andrea Pellicini -. Luino è così un importante presidio per la lotta al Covid-19 nel nord della provincia, dando così risposte concrete agli ammalati e alle persone con sintomi. Una ventina di tamponi oggi, ma andremo avanti tutto il mese. Un grazie anche al direttore ATS Insubria, Lucas Maria Gutierrez, che sta affrontando una difficile situazione in tutto il nostro territorio”.

“Anche da parte mia il grazie va alla Croce Rossa di Luino e Valli e a tutti i volontari che da questa mattina ci aiuteranno nel garantire la massima sicurezza nell’effettuare tamponi nell’area Visnova – commenta anche il vicesindaco Alessandro Casali -. Ora, con la direzione dell’ATS Insubria e dell’ASST dei Sette Laghi, stiamo lavorando per effettuare una settimana di test sierologici, sempre in questa zona, nel quale, sempre su indicazioni della dirigenza sanitaria, verranno chiamati a sottoporsi un campione di cittadini e gli operatori sanitari, in base ad una fascia di età ed altri dettagli che saranno annunciati nei prossimi giorni”.

“Stiamo prestando questo servizio, coadiuvati da ATS, nel rispetto della vocazione della nostra Associazione e dei Principi che guidano l’azione di Croce Rossa – commenta il presidente della Croce Rossa di Luino e Valli, Pierfrancesco Buchi -. Questi mesi stanno vedendo i nostri Volontari impegnati senza sosta nel soccorso in ambulanza con altissimi rischi, nella spesa agli anziani protetti a casa, nella consegna dei Kit Gentilezza a chi è in temporanea difficoltà economica ed ora anche nell’esecuzione dei tamponi a determinate categorie di persone. In questi giorni abbiamo letto il susseguirsi di dichiarazione pubbliche sul merito e sul metodo che ha portato alla costituzione di questo presidio. Volutamente abbiamo preferito mantenere un profilo basso, visto la delicatezza del tema. Siamo in campo per la città e per il territorio. Questo è quello che conta in questa emergenza”.

Il presidio per i tamponi sarà attivo settimana prossima lunedì 4, martedì 5 e giovedì 7 maggio, dalle 9 alle 12, e poi dal 12 maggio ogni martedì e giovedì sempre allo stesso orario.

I tamponi sono dedicati ai positivi al Covid-19 che, su indicazione di ATS Insubria e superato il periodo di quarantena, dovranno constatare il loro stato salute, esu certificazione dei medici di base alle autorità competenti, alle forze dell’ordine, agli operatori sanitari e a tutte le figure che, riscontrati sintomi, in questo periodo di emergenza stanno garantendo alla popolazione i servizi essenziali, come i panettieri, chi lavora nei supermercati e le tante altre categorie impegnate dall’inizio della pandemia a contatto con clienti e cittadini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127