EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 30 Aprile 2020

Coronavirus, il Comune di Luino verso la riduzione delle tasse a bar e ristoranti

La proposta è quella di ridurre del 50% la tassa di occupazione di suolo pubblico e di favorire, senza oneri, una maggiore occupazione delle aree esterne

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Si è tenuta ieri pomeriggio la seduta della Commissione Bilancio del Comune di Luino, tramite la consueta videoconferenza online, come disposto dalle normative del Governo in merito all’emergenza Coronavirus, nella quale sono state trattate numerose questioni importanti per il futuro del paese lacustre, che l’amministrazione porterà in approvazione nel consiglio comunale del prossimo 13 maggio.

Nei cinque punti di fondamentale importanza quello relativo al DUP, Documento Unico di Programmazione, e quello che porterà all’approvazione del bilancio di previsione finanziario del triennio 2020-2022, dove sono state diverse le questioni poste a dibattito, nel quale ha trovato spazio anche una proposta per un emendamento che sarà presentato dalla maggioranza guidata dal sindaco Andrea Pellicini, con l’obiettivo di aiutare bar e ristoranti del paese lacustre in questo periodo di grande difficoltà.

“In un quadro assolutamente complicato in cui, già prima della crisi Covid-19, avevamo dovuto effettuare tagli per 900mila euro per finanziare il fondo a garanzia dei crediti di dubbia esigibilità, abbiamo ritenuto di dover dare un segnale positivo per l’economia del territorio – commenta il primo cittadino Andrea Pellicini -. A tal fine, sulla proposta di bilancio già in discussione presenteremo un emendamento che ridurrà del 50% la Cosap, cioè la tassa di occupazione di suolo pubblico, per i nostri esercizi commerciali“.

“Le risorse – ha commentato ulteriormente il sindaco – saranno trovate grazie ad alcuni risparmi che ci saranno su concerti estivi e spettacoli teatrali che, a causa dei divieti di assembramento, non potranno purtroppo essere organizzati. Inoltre, ove possibile, nel rispetto dei requisiti di sicurezza, cercheremo di favorire senza oneri una maggiore occupazione delle aree esterne dei bar e ristoranti, così da disincentivare gli assembramenti all’interno dei locali. Le attività legate al turismo sono infatti in grandissima difficoltà e dobbiamo agevolare la loro repentina ripresa”.

Dall’amministrazione comunale, però, da quanto si apprende, non è escluso che nel corso dell’anno si riuscirà ad intervenire con ulteriori agevolazioni. “A tal fine – conclude Pellicini -, saranno però indispensabili ulteriori fondi da parte dello Stato in ausilio alle casse stremate degli enti locali“.

La minoranza ha apprezzato la proposta della maggioranza relativa alla riduzione del 50% del Cosap, anche a fronte dell’appello che Pietro Agostinelli, Enrica Nogara e Giovanni Petrotta avevano lanciato a Pellicini a fine marzo, con cui chiedevano sostegno ai cittadini in questo periodo di grave emergenza.

Il consigliere Agostinelli, inoltre, in un’ottica di esempio nei confronti della popolazione, ha chiesto all’amministrazione di dare un segnale primario tagliando alcune spese relative all’ordinaria amministrazione di Palazzo Serbelloni, ribadendo anche la necessità di trovare fondi, i proventi dell’articolo 208, quelli relativi alle violazioni al Codice della Strada, per dotare la Polizia locale di divise ed attrezzature più consone alla loro attività, proponendo ancora una vota di acquistare le cosiddette “TruCam“, strumenti utili per migliorare i controlli lungo le strade del territorio e garantire più sicurezza al volante.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127