EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Alto Varesotto | 24 Marzo 2020

Torna il freddo, allarme nei campi per api e piante da frutto

Temperature di nuovo sotto lo zero, rischio di gravi danni al raccolto e all'economia. Fiori (Coldiretti): "Ulteriore minaccia oltre il coronavirus, ma non molliamo"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il ritorno del maltempo con il brusco abbassamento delle temperature e le correnti di aria fredda, fa scattare l’allerta nelle campagne del Varesotto, dove le api sono già al lavoro e le piante da frutto sono in fiore, complice un inverno che si è classificato in Italia come il secondo più caldo dal 1800 a livello climatologico. A renderlo noto è la Coldiretti provinciale, in base a un primo monitoraggio sul territorio.

La preoccupazione – come spiega Coldiretti Varese – riguarda soprattutto le piante da frutto già in fioritura come pesco, albicocco, prugno e ciliegio precoce. Se l’abbassamento delle temperature dovesse protrarsi per più giorni, in concomitanza con eventuali gelate, lo sviluppo delle piante potrebbe essere compromesso con conseguenze negative anche sui raccolti estivi.

Osservate speciali anche le api che, ingannate da un febbraio con temperature anomale e ripetute giornate di sole, si sono messe all’opera con settimane di anticipo. Ora il rischio è che il ritorno del freddo possa far gelare i fiori provocando una battuta d’arresto nel prezioso lavoro di bottinatura e impollinazione di questi insetti. 

Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia – sottolineano dalla Coldiretti prealpina – dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne.

“Già oggi è arrivato il freddo e nei prossimi giorni, la colonnina di mercurio scenderà ancora – osserva il presidente provinciale dell’organizzazione agricola, Fernando Fiori. Diverse zone della provincia, e molto più diffusamente in altura, finiranno sotto zero: anche a Varese sono previste temperature inferiori allo zero, che saliranno a 7/9 gradi solo nelle ore centrali della giornata. Il problema è accentuato dal fatto che la stagione è partita in anticipo, con le colture che hanno anticipato la fase vegetativa, in primis gli alberi da frutto”. Una situazione che dovrebbe perdurare almeno fino a metà settimana.

Per quanto concerne il miele, il periodo più delicato riguarda la fioritura d’acacia, prevista in anticipo rispetto alla norma: proprio la situazione climatica ebbe a determinare, lo scorso anno, l’azzeramento di questo raccolto “strategico” per le nostre produzioni di miele, con danni economici pesantissimi che si sono ripercossi per l’intero anno. Preoccupazioni limitate per i cereali autunno-vernini, in particolare frumento e triticale ancora in fase di accestimento, specie nella zona della pianura comasca. Ancora, il rischio gelate preoccupa i produttori di ortofrutta per le probabili ripercussioni nei campi.

Monitoriamo la situazione, che aggiunge una preoccupazione in più per i produttori agricoli, già messi a dura prova dalla gestione dell’emergenza coronavirus – rimarca in conclusione Fiori -. L’agricoltura in ogni caso non molla, è impegnata nel rifornimento dei canali di distribuzione e nella consegna a domicilio dei prodotti agricoli: l’elenco dei produttori che offrono questo servizio è continuamente aggiornato sul sito www.varese.coldiretti.it”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127