EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 20 Marzo 2020

Coronavirus, il decreto “Cura Italia” e la sospensione rate: ecco come fare

Ascom Luino chiarisce i passaggi del provvedimento dedicati alla già annunciata moratoria sui prestiti. Tra le indicazioni, anche quelle riservate alle imprese

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Le microimprese e le piccole e medie imprese italiane che hanno in corso prestiti o linee di credito già messe a disposizione da banche o altri intermediari finanziari, possono avvalersi di alcune misure di sostegno”.

A renderlo noto è Ascom Luino, che prosegue nell’analisi, a favore di cittadino, di alcuni tra i più importanti passaggi contenuti nel nuovo decreto “Cura Italia”, emanato dal governo nelle scorse ore e inerente i primi provvedimenti economici mirati a contrastare gli effetti del coronavirus.

Primo punto: “Le linee di credito accordate ‘sino a revoca’ e i finanziamenti accordati a fronte di anticipi sui crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, alla data di pubblicazione del decreto, non possono essere revocati fino alla data del 30 settembre 2020”. Secondo: “Per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020, i contratti sono prorogati fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni”.

Un terzo passaggio riguarda poi i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale: “Il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre – si apprende ancora da Ascom – e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale”.

Possono beneficiare di tali misure le aziende le cui esposizioni debitorie non siano, alla data di applicazione del decreto, classificate come esposizioni creditizie deteriorate. L’azienda, in questo senso, dovrà rispettare alcune procedure, che riportiamo al seguente link. Per l’apposito modulo riguardante la richiesta di sospensione rate, corredato da autocertificazione, cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127