Varese | 17 Marzo 2020

Varese, con Campagna Amica consegna a domicilo di cibo e prodotti locali

Già 17 le imprese agricole della provincia attrezzate per portare prodotti direttamente a casa. Coldiretti: “Già al lavoro per ampliare la copertura del servizio”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ortaggi, frutta, carne, formaggi, ma anche miele, uova, salumi e molto altro. Sono i prodotti che Campagna Amica porta direttamente a casa grazie al servizio di delivery attivato dalle imprese che, solitamente, danno vita agli AgriMercati nel comprensorio prealpino: un servizio a diffusione locale che permette di ricevere la spesa a casa firmato dagli imprenditori del Varesotto.

“È un servizio importante e di rilievo sociale, utilissimo per quanti non possono e non vogliono lasciare le loro abitazioni, nemmeno per fare la spesa. Pensiamo soprattutto agli anziani, ma anche alle famiglie: e così, sono le imprese agricole a organizzarsi per effettuare la vendita diretta direttamente al domicilio dei cittadini” sottolinea il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori. Un nuovo servizio che si aggiunge allo sforzo, grandissimo, che l’agricoltura sta facendo per assicurare la continuità dei rifornimenti alimentari in ogni canale di distribuzione disponibile: sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne all’industrie fino ai trasporti, ai negozi e ai supermercati, per garantire continuità di flusso di cibo e bevande alla popolazione.

“Sono già diciassette le imprese (qui l’elenco completo) che, ad oggi, si sono strutturate per il servizio, e che voglio ringraziare di cuore per il loro lavoro e impegno” prosegue Coldiretti Varese. “Contiamo di aggiornare l’elenco con nuove realtà, in modo da consolidare la gamma dei prodotti offerti e ampliare ancor più le aree di copertura del servizio”. L’approvvigionamento alimentare – prosegue Coldiretti – è infatti assicurato in Italia grazie al lavoro di 740mila aziende agricole e stalle, 70mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati contadini di Campagna Amica, nonostante le preoccupazioni per la sicurezza, i vincoli, le difficoltà economiche e gli ostacoli oggettivi all’operatività, dalla ridotta disponibilità di manodopera ai blocchi alle frontiere per i trasporti con l’88% delle merci che in Italia viaggia su gomma.

Un impegno quotidiano senza sosta che deve fare i conti con la chiusura di bar e ristoranti ma anche con un balzo degli acquisti delle famiglie in una situazione in cui con l’emergenza Coronavirus quasi 4 italiani su 10 (38%) hanno fatto scorte di prodotti alimentari e bevande per il timore ingiustificato di non trovali più disponibili sugli scaffali di negozi, supermercati e discount, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’.

Da Varese, il presidente Fiori ribadisce l’impegno del settore primario e si rivolge ai consumatori:“L’agricoltura non può e non deve fermarsi: lo facciamo per assicurare vita, cibo e futuro al nostro Paese in queste difficili settimane. Chiediamo invece ai consumatori di rispettare le indicazioni, di stare a casa il più possibile e di fare una scelta di campo quando ci si reca a fare la spesa: ovvero, comprare italiano per mangiare italiano. È un gesto semplice ma importantissimo e decisivo per sostenere le nostre imprese agricole alle prese con una crisi senza precedenti: solo così si salva la filiera e l’identità alimentare italiana, di cui il comprensorio prealpino è una parte attiva e di rilievo”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127