Luino | 1 Marzo 2020

Luino e la sicurezza in vista di AlpTransit, “Ancora nessuna novità sul treno bimodale”

Per l'ennesima volta, nel giro di un anno e mezzo, gli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle si rivolgono agli enti superiori per avere risposte in merito

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nel dicembre 2017, grazie ad un emendamento presentato dall’allora consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, durante l’approvazione del bilancio, il Pirellone aveva votato favorevolmente la proposta di stanziare un milione di euro per l’acquisto del treno bimodale sulla linea ferroviaria Zenna-Luino-Gallarate.

Si tratta di uno dei cavalli di battaglia degli attivisti pentastellati luinesi, da tempo focalizzati ad analizzare e mobilitare la situazione e la sicurezza lungo la tratta ferroviaria, allo stesso modo in cui si stanno impegnando quelli del comitato “Bocciamo AlpTransit”.

Oggi, a distanza di oltre due anni, sono proprio gli attivisti del Movimento 5 Stelle a voler tornare sull’argomento, chiedendo a che punto burocratico si è arenato proprio il mezzo bimodale, utile per ogni evenienza sui binari.

Ecco il loro testo.

Vigili del Fuoco di Luino, Macchi (M5S): “Un milione di euro per il mezzo bimodale. Una vittoria di tutti”. Così titolava “LuinoNotizie” il 21 settembre 2017. Dopo la finta partenza di Regione Lombardia, proprio nel luglio 2019, sono il portavoce Roberto Cenci e gli attivisti 5 Stelle di Luino a tirare le orecchie al Consiglio per il mancato stanziamento dei fondi.

Poco dopo, a sorpresa però ecco la vicepresidente leghista Francesca Brianza che mette il cappello verde e a fine luglio dichiara: “Con grande soddisfazione annuncio che il Consiglio Regionale ha votato, con un solo voto contrario, un mio emendamento che destina un milione di euro a Rete Ferroviaria Italiana SPA per il finanziamento di un mezzo bimodale da mettere a disposizione dei Vigili del Fuoco, per il servizio di soccorso e antincendio sulle linee merci ferroviarie connesse al tunnel del San Gottardo, in particolare sulla tratta Luino–Gallarate”.

Da quel proclama che pareva teso ad appropriarsi dell’iniziativa è ripiombato il silenzio… Rivolgiamo quindi un appello a regione per avere aggiornamenti in merito al concreto ordine del mezzo e allo stanziamento economico e non molleremo finché non vedremo il bimodale sul territorio. Stiamo attenti a non chiudere il recinto quando i buoi sono scappati. Raccomandiamo anche di fare il punto sulla nuova caserma dei vigili del fuoco dato che finito il capitolo “pericolo alluvione” l’attenzione è scomparsa!

Accogliamo con estremo piacere la costituzione del comitato “Bocciamo AlpTransit”, apolitico che si impegna con iniziative volte alla tutela del territorio rispetto la linea merci e confidiamo nel fatto che tale apporto di interesse abbia più successo proprio perché non avendo connotazioni politiche non dovrebbe subentrare l’idea di una strumentalizzazione delle attività.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127