Luino | 19 Gennaio 2020

Luino, “Sulla sicurezza stradale basta slogan elettorali, servono interventi”

In un lungo intervento il consigliere di minoranza Pietro Agostinelli pone l'attenzione su un tema caldo ed attuale nel paese lacustre. "Sostenere la Polizia Locale"

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Dopo gli ultimi incidenti stradali nel centro di Luino, non si placano le polemiche per la scarsa illuminazione presente lungo le vie del paese lacustre. Ad intervenire oggi è il consigliere di minoranza Pietro Agostinelli, che a più riprese in questi mesi ha segnalato questi problemi. Agostinelli analizza nel dettaglio la situazione sulla sicurezza stradale.

Credo innanzi tutto che non sia solo una questione di scarsa illuminazione – esordisce Pietro Agostinelli -, ma derivi soprattutto dalla scarsa segnaletica stradale orizzontale che non è tenuta in modo efficiente da parte dell’ente proprietario della strada, come invece prevede il Codice della Strada. Proprio loro hanno l’obbligo di manutenzione e l’obbligo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, dovendo provvedere anche alla gestione e alla pulizia delle strade, delle loro pertinenze e dell’arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi, al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze, alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta, alla sua funzione e a quella di indirizzare il corretto comportamento dell’automobilista”.

Come mai ad oggi svariati attraversamenti pedonali a Luino sono usurati anche a fronte dell’ultimo ripristino effettuato – si domanda ancora il consigliere di minoranza -? ‘Tutti i segnali orizzontali o il ripristino degli stessi devono essere realizzati con materiali tali da renderli visibili sia di giorno che di notte anche in presenza di pioggia o con fondo stradale bagnato; nei casi di elevata frequenza di condizioni atmosferiche avverse potranno essere utilizzati materiali particolari‘. Si tratta di un precetto sancito al Comma 1 dell’articolo 137 del Regolamento per l’esecuzione del C.d.S.: detto principio è stato osservato? Tale segnaletica è volta soprattutto a garantire la sicurezza delle persone più deboli: mi chiedo, come mai non sono stati ancora ripristinati gli stalli di sosta a pagamento e a disco orario?“.

La segnaletica orizzontale relativa agli attraversamenti pedonali deve essere integrata dalla segnaletica verticale d’obbligo e, inoltre, sulle strade ove è consentita la sosta, per migliorare la viabilità, da parte dei conducenti, nei confronti dei pedoni, che si accingono ad impegnare la carreggiata, gli attraversamenti pedonali possono essere preceduti, nel verso di marcia dei veicoli, da una striscia gialla a zig zag“, continua ancora.

Inoltre, per Agostinelli, citando sempre il Codice della Strada, è fondamentale non “realizzare la segnaletica orizzontale in questo periodo risulta poco efficiente poiché siamo in piena stagione invernale, dove viene versato il sale in caso di gelo, di ghiaccio e/o di neve, che inevitabilmente rovina tutto il lavoro di ripristino eventualmente svolto, come credo stia avvenendo e tutto questo viene pagato con denaro dei contribuenti”.

Ho più volte richiesto, dal 2016 ad oggi nei vari consigli comunali – critica ancora Agostinelli -, di conoscere la destinazione della quota vincolata dei proventi contravvenzionali previsti dall’articolo 208 Comma 4 lettera ‘a,b,c’, Comma 5 e 5bis del C.d.S, somme destinate alla sicurezza,  all’educazione stradale nelle scuole, segnaletica stradale alle apparecchiature, all’acquisto di autovetture. Nulla ad oggi mi è stato ancora riferito“.

Nel comune di Luino vi sono situazioni di barriere architettoniche da abbattere, vi sono gli attraversamenti pedonali che finiscono verso il cordolo, vi sono cordoli rialzati che creano non pochi problemi a persone con problemi motori o in carrozzina, dove sarebbe sufficiente spostarli di qualche metro, o abbassali ed il problema è risolto”, attacca ancora il consigliere comunale di minoranza.

“Certo, dò atto all’assessore Dario Sgarbi su quanto afferma del progetto Smart City, fortemente voluto dallo stesso e votato unanimità, lo ricordo, da tutto il consiglio comunale – afferma Agostinelli -. Credo che prima di parlare di sicurezza dobbiamo, e lo dico senza polemica, avere coraggio di munire il corpo di Polizia Locale di tutte le dovute apparecchiature affinché siano in grado di contrastare la velocità degli utenti della strada e i comportamenti scorretti irrispettosi di alcuni utenti della strada”.

Oggi – spiega ancora il consigliere -, la Polizia Locale è sprovvista di mezzi idonei atti alla rilevazione della velocità al fine di garantire maggiore sicurezza per i nostri cittadini. Non si garantisce la sicurezza annunciando spot ogni qualvolta si presenti un incidente ‘siamo attivi per migliorare la sicurezza nel nostro territorio, anche con il coinvolgimento delle forze dell’ordine e lavorando sulla prevenzione'”.

Le forze dell’ordine, lo dico da chi conosce dall’interno queste dinamiche, fanno già il loro lavoro che spesso non ha a che fare con il traffico. Mi chiedo, dove sono i controlli serali della Polizia Locale, quante infrazioni al C.d.S per limiti di velocità sono stati elevati, per l’uso del telefono cellulare durante la marcia, per l’omessa precedenza ai pedoni che attraversano la carreggiata servendosi degli attraversamenti pedonali, per l’omessa osservanza della segnaletica orizzontale e verticale obbligo di svolta a sinistra proveniente dalla ex Area Svit in direzione Via Cairoli? Che dire dell’inosservanza della segnaletica orizzontale e verticale sull’obbligo di proseguire diritto davanti al Comune, nei punti critici dove si sono registrati numerosi investimenti di pedoni? Quanti servizi ha svolto la Polizia Locale, quante sanzioni specifiche ha accertato?”.

Fare gli annunci sulla stampa non basta, ma gli stessi devono poi seguire la messa in opera di quanto si comunica al cittadino, altrimenti rimangono annunci elettorali. Per non parlare dei dossi: che dire di quelli attesi da cinque anni nell’area residenziale Borgo sul Tresa. Quando parliamo di sicurezza stradale parliamo della vita delle persone. Il Comune, l’assessore alla manutenzione nonché vicesindaco di Luino, ha il compito di sovrintendere nei minimi particolari, come da CdS che conosce bene vista la sua professione, a tutti gli aspetti che riguardano la sicurezza, dall’illuminazione alla segnaletica”, conclude Agostinelli.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127