Varese | 21 Novembre 2019

“Varese in Prospettiva”, per delineare una visione di futuro e sviluppare il territorio

Il progetto, voluto fortemente dalla Camera di Commercio di Varese, in sinergia con la LIUC Business School, proverà a dare spunti strategici anche per l'alto Varesotto

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Domani, venerdì 22 novembre, inizia il viaggio di 180 giorni che Camera di Commercio e LIUC Business School hanno progettato per delineare le possibili traiettorie di sviluppo futuro del territorio, compreso quello dell’alto Varesotto, con l’obiettivo di predisporre una strategia competitiva vincente per il nostro sistema socio-economico.

Nel primo appuntamento di domani si parlerà di scenari globali, con un focus alto sulle economie e le società globali, utile a contestualizzare gli approfondimenti successivi, che saranno fondamentali per analizzare e studiare a 360° tutta la nostra zona, portando a proporre una prospettiva che sia in grado di avere una visione d’insieme del territorio al 2030.

Uno dei protagonisti di “Varese in Prospettiva, così è stato denominato questo progetto, sarà Massimiliano Serati, direttore della Divisione Ricerca della LIUC Business School, che domani (a partire dalle 9.15 a Ville Ponti), guiderà i partecipanti. “Domani – spiega il direttore Serati -, analizzeremo i macrofenomeni globali nel mondo, dando un piccolo focus sulle influenze che potrebbero avere sul nostro territorio, mentre tra gennaio e marzo lavoreremo in modo più sistematico sulle peculiarità della provincia di Varese, dal basso all’alto Varesotto. A fine percorso daremo strategie importanti per rendere il territorio competitivo e vincente”.

Tanti saranno i temi e gli aspetti che finiranno sotto la lente di ingrandimento: il lavoro, comprese la formazione e la competenza, il capitale umano, il fenomeno delle migrazioni e frontalieri, senza dimenticare imprese, turismo, commercio e ambiente. “Ci piacerebbe essere non solo generatori di forza lavoro, ma anche diventare attrattivi per  cittadini stranieri – commenta ancora Massimiliano Serati -. Un esempio può essere quello dell’ondata ambientalista, una campagna legittima che potrebbe innescare e far crescere attività impegnate in questo settore anche nel varesotto. Quelle esistenti dovranno ripensare al loro know how, cambiando tecniche produttive o reinventandosi”.

Rilevanti saranno i temi riguardanti il commercio e il turismo, settori del terziario che hanno caratteristiche diverse ma che sono entrambi in difficoltà: se da una parte il commercio soffre, dall’altra il turismo ha enormi potenzialità che necessità di maggior attenzione. “Si potrebbe fare di più, lavorando su infrastrutture diverse e su investimento per promuovere e mettere a sistema tutto il territorio“, afferma ancora Serati.

A livello provinciale i territori hanno peculiarità differenti, ma si cercherà di ragionare in maniera uniforme, studiando le affinità e le divergenze, equiparando tutti gli aspetti e ragionando sui fenomeni planetari. Partendo da questo, infatti, si studierà quanto le decisioni a livello globale possano incidere e ricadere su un intero territorio, compreso quello dell’alto Varesotto.

Si tratta di un percorso che proveremo a fare insieme a tutti gli attori della società civile – conclude Serati -, dagli albergatori agli imprenditori, fino ai volontari impegnati nel sociale. Cercheremo di dare risposte pratiche e concrete, nel nostro piccolo, consapevoli che si tratta di un processo complesso, iniziando dal mettere a fuoco i temi principali che affronteremo già da domani. Saranno un gancio per sviluppare ogni argomento. Per essere più capillari, però, stiamo studiando anche uno spazio online, dove i cittadini potranno interagire, nel quale raccoglieremo un po’ le varie anime della provincia. Tutti potranno esprimersi in piena libertà, secondo le regole civili, dando opinioni e suggerimenti sui temi che tratteremo”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127