Luino | 21 Novembre 2019

Ospedale di Luino, “Oltre i soliti annunci, cosa c’è dietro questa approssimazione?”

Dopo l'annuncio del vicesindaco di Luino, gli attivisti del M5S tornano a parlare del futuro dell'Ospedale e pongono diversi quesiti sui tempi di intervento

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Apprendiamo dalla stampa i proclami del vicesindaco Alessandro Casali inerenti al rifacimento del tetto del nosocomio luinese, definito nei tempi con l’avverbio ‘presto’. Il pezzo continua con i ringraziamenti a Regione Lombardia, a Emanuele Monti e alla nuova direzione ospedaliera. Promesso anche, secondo il vicesindaco, il consolidamento dei reparti con l’assunzione di nuovo personale medico ed infermieristico. A breve anche addirittura la sistemazione e riapertura del quinto piano dando spazio a più posti letto e ad un nuovo reparto”.

Con queste parole inizia un lungo comunicato stampa inviato ieri in redazione dagli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle, da tempo attenti al tema della sanità e dei servizi garantiti dal nosocomio lacustre. “Sempre a breve termine sembra trovata anche una soluzione per la neuropsichiatria infantile”, continuano i pentastellati luinesi, dopo l’annuncio del vicesindaco Alessandro Casali e delle parole del consigliere regionale Emanuele Monti e del DG dell’ASST dei Sette Laghi, il dottor Gianni Bonelli.

“Andando diretti al punto ci sentiamo di chiedere a viso aperto a Casali di esprimere concretamente modalità, tempi e soluzioni in modo chiaro e comprensibile – spiegano i grillini luinesi -, senza dar luogo all’equivocabile pensiero che tali dichiarazioni facciano parte di un non ben precisato libro dei sogni che regolarmente i cittadini luinesi sono abituati ad ascoltare. Non perdiamo quindi l’occasione di sollecitare il Vicesindaco, forte dei rapporti privilegiati con la direzione sanitaria e il Presidente Monti, a rivelare quanto prima crono-programma, e strategie.

Quando inizieranno i lavori di ripristino del tetto dell’ospedale? Quando sarà operativo il quinto piano e quale la sua destinazione? Quanti infermieri e medici si vuole assumere? In che reparto saranno impiegati? Entro quando? Quando e come si risolverà il problema della neuropsichiatria infantile?”, si chiedono gli attivisti M5S.

“Siamo certi che se tutte queste migliorie saranno, come dichiarato a breve attuate, non sarà difficile dare subito queste risposte. Certamente Casali avrà ricevuto informazioni dai vertici di sanità tali da potersi sbilanciare con rincuoranti promesse. Hic Rhodus, hic salta”, concludono i rappresentanti del M5S sul territorio di Luino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127