Luino | 26 Agosto 2019

Luino, al via i lavori per la nuova piattaforma ecologica: sarà totalmente riqualificata

L'intervento entro fine anno, si potranno utilizzare le strutture di Porto Valtravaglia e Cavona. Miglio: "Educazione ambientale e piattaforma nella stessa direzione"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Manca una fase burocratica da espletare, quella relativa alla gara d’appalto indetta da Comunità Montana, per individuare l’impresa a cui affidare i lavori, e il progetto di riqualifica e ammodernamento della piazzola ecologica di Luino, sita in via Gorizia, potrà finalmente prendere il via.

L’annuncio era stato fatto dall’amministrazione in primavera, quando era stato reso noto l’intento di provvedere al miglioramento della via d’accesso della piattaforma (spesso al centro di critiche e segnalazioni da parte dell’utenza), così come delle aree destinate al conferimento dei materiali, con nuovi contenitori e una nuova pensilina di copertura. Nel piano figura inoltre il rifacimento degli impianti di antincendio e di smaltimento delle acque, così come degli uffici.

Il via alla riqualifica dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno, si apprende dal quotidiano locale La Prealpina, attraverso il quale l’assessore al Territorio del Comune di Luino, Alessandra Miglio, ha comunicato le tempistiche delle ultime procedure (le buste relative alla gara verranno aperte entro la prima decade di settembre), ma ha anche sottolineato che verranno presto individuate le temporanee strutture di riferimento per i luinesi nel periodo in cui il centro sarà inagibile per i lavori: probabilmente quelle di Porto Valtravaglia e Cavona.

Ma dietro la volontà di investire sul miglioramento di un servizio fondamentale per la quotidianità dei cittadini, c’è un tema molto più ampio a cui si continuerà a riservare una posizione prioritaria, investendo tempo e risorse, soprattutto nel contatto e nella collaborazione con i giovani e gli studenti. Il tema è ovviamente quello dei rifiuti.

Un argomento critico – ha affermato l’assessore Miglio tramite il quotidiano – di cui ci si accorge solo quando si vedono sacchi abbandonati in giro per la città o ai bordi delle strade, ma che invece giornalmente vede impiegati molti operatori sul territorio. L’immondizia costerà sempre di più, ecco perché abbiamo già cominciato a lavorare a progetti con le scuole come green school, per il prossimo autunno, che prevede non solo la giornata per la raccolta dei rifiuti da parte dei ragazzi, ma un piano preciso di educazione ambientale. I lavori alla piattaforma ecologica vanno in questa direzione grazie all’impegno, va sottolineato, di Comunità Montana”.

Tornando quindi alla struttura, ci sarà da attendere qualche mese prima di poterla vedere nella sua nuova veste. Una volta rimessa a disposizione del pubblico, però, godrà inoltre di maggiore sorveglianza e illuminazione, nonché di orari di apertura più flessibili, in particolare nel weekend, che andranno a ricompensare la pazienza dei luinesi e la volontà espressa dalla maggioranza (l’abbandono dei rifiuti è una pratica che ancora non si è estinta) di contribuire con le buone abitudini e il rispetto delle regole a processi indispensabili per la salute dell’ambiente.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127