Ganna | 24 Agosto 2019

Chiostro della Badia di Ganna, a teatro con “Angiola del naufragio nello splendore divino”

Si terrà domani alle ore 21 l’evento organizzato dall’Associazione Amici della Badia di San Gemolo, proseguo delle iniziative connesse al progetto OperArte2019

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Appuntamento da non perdere con il teatro domani, domenica 25 agosto, alle ore 21, al Chiostro della Badia di Ganna.

L’atmosfera del chiostro, così poetica e coinvolgente riuscirà ad estraniare il pubblico dagli invischiamenti della quotidiana necessità per seguire l’esperienza di Angiola nel suo “naufragio” nella magnificenza del divino.

Angiola, figura stupefacente, personaggio di cui si conosce solo la sua profonda e disarmante semplicità si avvale nel suo racconto – testimonianza di parole ferite, lavorate, tormentate e dolcissime così da costruire col suo linguaggio un percorso di immagini e pensieri che in un bailame di contrasti, scontri, deliqui assurge a valenze del sublime e come il sublime è terribile e poetico.

Programmato dall’Associazione Amici della Badia di San Gemolo a Ganna, condiviso e strutturato con la regia di Antonio Zanoletti, il teatro di Angela da Foligno viene presentato come prosecuzione delle iniziative connesse al progetto OperArte 2019.

Grazie al sostegno di enti quali la Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus, la Fondazione Maria Giussani Bernasconi, la Comunità Montana del Piambello, e il Parco Regionale del Campo dei Fiori oltre allo sponsor Elmec, nel magnifico spazio pentagonale del Chiostro Abbaziale si attua così un teatro autentico che avvia il pubblico a un percorso trascendentale che vive e trasuda di problematiche e rimandi colmi di autentica contemporaneità; una prospettiva avvincente sostenuta da attori, non solo di qualità professionale ma “compromessi” in prima persona con i temi in “gioco” negli spazi magici del Chiostro.

Maria Laura Ardizzone, Gabriella Carrozza, Giacomo Lisoni, Tommaso Garré e Antonio Zanoletti si avvicendano, grazie alla creativa regia dello stesso Zanoletti su diversi piani di lettura del racconto evidenziandone gli aspetti ora mistici, ora colmi di eros, ora propri di una seduta psicoanalitica, sempre ritmati dall’intima e spirituale poesia del racconto di Angela da Foligno (sec. XIV).

Quindi un’ora di teatro particolarmente coinvolgente la cui musicalità annulla le distanze temporali e attualizza il tempo dei valori che riscoprono l’Amore che annulla l’assurdo del sacrificio nella evidenziazione della bellezza e della speranza di intima gioia vissuta e ritrovata.

Per ulteriori informazioni cliccare qui.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127