Alto Varesotto | 14 Agosto 2019

Nubifragio nell’Alto Varesotto: ancora interventi, il Parco Giona pronto a rialzarsi

Decine gli interventi sul territorio, danni per migliaia e migliaia di euro. La nota spiaggia pronta per i turisti e i luinesi già da Ferragosto. "Grazie a tutti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la violenta tromba d’aria che ha messo in ginocchio tutto il Verbano, da Laveno Mombello a Maccagno con Pino e Veddasca, si contano i danni, per migliaia e migliaia di euro sia in aree pubbliche che private. Oltre a lunedì anche nella giornata di ieri, sono proseguiti su tutto il territorio gli interventi di sistemazione e di messa in sicurezza dei punti più critici.

I vigili del fuoco, i volontari della Protezione civile, gli operatori della Provincia di Varese, numerosi dipendenti comunali e gli operai delle ditte incaricate, si sono dati da fare lavorando sui tetti scoperchiati delle case colpite dalla tromba d’aria, lungo le strade per rimuovere piante un po’ dappertutto, per la maggior parte sul Verbano e in Valdumentina, dove si sono verificati anche smottamenti.

Uno tra i paesi più colpiti è stato Maccagno con Pino e Veddasca, soprattutto il Parco Giona, che ieri mattina sembrava fosse stato bombardato a causa dei molteplici alberi di grandi dimensioni divelti e caduti al suolo che hanno colpito alcune automobili, come avvenuto a Luino, Colmegna, Porto Valtravaglia e Laveno Mombello, e hanno distrutto il campo da beach volley, utilizzato da avventori, giovani e turisti nel corso di queste settimane estive, dove la spiaggia come sempre è sempre presa da assalto.

A tracciare un bilancio della forte ondata di maltempo, è proprio il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera: “Abbiamo stimato al ribasso danni per 200mila euro. Continuano ad arrivarci segnalazioni dalla Veddasca e crediamo la cifra possa aumentare a dismisura. Sin da martedì ci siamo messi al lavoro, è stato fondamentale il supporto e l’impegno di tutti, in primis le forze di soccorso, i dipendenti comunali e tutti gli operai delle ditte che abbiamo contattato”.

“Non è stato facile trovare persone disponibili, soprattutto nella settimana di ferragosto, ma abbiamo dato prova e dimostrazione di grande efficienza. Al Giona e al Lido, le zone più colpite, abbiamo lavorato a lungo, ma siamo intervenuti un po’ ovunque per risolvere le criticità. Ho temuto il peggio, ma il paese oggi può ripartire e da domani saremo pienamente operativi. Un grazie a tutti”, conclude Passera.

Nel frattempo, dopo il grande impegno e lavoro di ieri, i ragazzi, i volontari e gli operatori impegnati al Parco Giona, continueranno anche oggi le opere di sistemazione dell’area, ma assicurano che nelle prossime ore tutto sarà risolto. Il Parco Giona è pronto a rialzarsi già per domani, giornata di Ferragosto, quando il “Giona Beach Lounge” tornerà protagonista sul Verbano. Stessa sorte per l’Hotel Camin di Colmegna, pronto a riaprire i battenti a breve.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127