Canton Ticino | 1 Giugno 2019

“Bellinzona Beatles Days”, in programma grandi concerti ricordando gli anni ’60

Dal 18 al 20 luglio la rassegna rievocherà i mitici anni '60 con la coppia Shapiro-Vandelli e la Magical Mystery Orchestra, sul palco anche il luinese TH3O

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il 1969 è stato il culmine di quella straordinaria stagione che sono stati gli anni sessanta, una stagione di sogni, di utopie, di innovazioni e di lotte nonché di grande musica che ha rivoluzionato il Novecento e i cui effetti si fanno sentire ancora oggi.

E proprio alla calda estate del 1969 fa riferimento la XIX edizione dei “Bellinzona Beatles Days”, promossi dalla Fondazione del Patriziato e in programma da giovedì 18 a sabato 20 luglio. Edizione che ruoterà attorno alla presenza di due personaggi che quella magica avventura l’hanno vissuta da protagonisti: Shel Shapiro e Maurizio Vandelli.

Ex leader dei due gruppi-faro del beat italiano, i Roker e l’Equipe 84 protagonisti di una rivalità che, in piccolo, ricordava quella tra Beatles e Rolling Stones, Vandelli e Shapiro saranno protagonisti, sabato 20 luglio in Piazza del Sole, di un ricco show significativamente intitolato “Love & Peace”, nel quale faranno rivivere i momenti salienti dei favolosi anni sessanta attraverso i loro indimenticabili successi, racconti e gli hit internazionali più significativi di quel dorato decennio.

Il concerto del duo Vandelli/Shapiro (biglietto d’ingresso 23 CHF in prevendita – 30 alla cassa) sarà preceduto dall’esibizione del giovane cantautore ticinese di origine luinese TH3O che salirà sul palco bellinzonese a tre giorni di distanza dalla finale di Slaviansky Bazaar, la “Sanremo dell’Est” in programma a Viterbsk, in Bielorussia, alla quale si è guadagnato l’accesso – primo svizzero nella 25ennale storia della kermesse – dopo una lunga e articolata selezione internazionale.

Venerdì 19 luglio, sempre in Piazza del Sole, i Bellinzona Beatles Days proporranno la tradizionale serata dedicata ai “Fab Four” (ad entrata gratuita) anche in questo caso costruita attorno alle vicende di 50 anni fa. A rievocarle la Magical Mystery Orchestra, ensemble italiano di una ventina di elementi che combina una strumentazione classica ed una elettrica con la quale riproporrà le canzoni dei due ultimi due album dei Beatles Abbey Road e Let it Be: il tutto all’interno di un pirotecnico scenario già presentato su importanti palcoscenici, primo tra tutto il Teatro La Fenice di Venezia.

In anteprima alla loro performance quella degli Instant Karma, apprezzata formazione che rilegge in maniera originale le pagine più significative del repertorio di John Lennon e il beatlesiano doc Rolando Giambelli che vanta un singolare primato: essere salito sul palco della manifestazione durante tutte le sue edizioni.

Anche quest’anno, come da tradizione, la due-giorni dei BBD in Piazza del Sole potranno contare su una gustosa anteprima che si svolgerà giovedì 18 luglio al Bar Viale di Bellinzona. Protagonisti, a partire dalle 20,30 (ingresso libero) Mary & The Quants, quintetto milanese la cui proposta musicale è incentrata sui più noti “ballabili” degli anni Sessanta ed il cui nome è un chiaro omaggio all’inventrice della minigonna, altro simbolo di quell’indimenticabile decennio.

Per il programma completo e tutte le informazioni sull’evento è possibile visitare il sito ufficiale dei Bellinzona Beatles Days.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127