Luino | 18 Aprile 2019

Luino, “Viabilità e futuro del centro? Preoccupati per AlpTransit e traffico”

Perplessità ma anche punti di interesse, rispetto ai grandi cambiamenti che attendono Luino, in una lettera inviata alla redazione. "Più informazioni su Alptransit"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Dopo aver riflettuto sull’importante progetto di riqualifica del centro di Luino, un cittadino scrive alla nostra redazione per condividere alcune sensazioni sulle grandi sfide inerenti la viabilità che attendono il paese lacustre.

A inviare le considerazioni un “luinese d’adozione“, Andrea Vergani, a nome di un gruppo di residenti e commercianti della zona sulla quale insiste la linea ferroviaria, piuttosto preoccupato per alcune ragioni ben precise che si manifestano accanto all’inevitabile curiosità e al fascino per un centro più verde, con meno traffico e con molto più spazio pedonale.

Queste preoccupazioni, si apprende dallo scritto, sono quasi interamente legate all’avvento di Alptransit e sono motivate dal fatto che, ad oggi, sono davvero poche le informazioni attraverso cui farsi un’idea dell’enorme mole di lavoro alle porte, così come, di conseguenza, degli effettivi benefici attesi dalla misure alternative al passaggio della linea ad alta velocità.

Come sarà gestito, in relazione al passaggio dei pedoni, il sottopasso di via XXV Aprile? Siamo sicuri che rivoluzionando la viabilità e i sensi di marcia, seguendo lo schema recentemente prospettato, non si rischi di ottenere l’effetto posto, quindi code sul lungolago e maggior traffico in zona stazione? Questi e altri temi nel testo integrale della lettera riportato di seguito.

Ci ho messo qualche giorno ad elaborare quello che è stato presentato come il progetto di una “nuova Luino”, e a parte alcuni punti accattivanti del progetto, via Sereni ad esempio, sono rimasto abbastanza perplesso su quasi tutto il resto.

Per non fare confusione partiamo dai problemi reali e attuali che, dal mio punto di vista, sembrano non toccare molto la coscienza di chi vive in comune, ma che andranno a modificare buona parte della viabilità nel cuore di Luino. Parliamo quindi dei lavori inerenti ad Alptransit e all’importantissimo snodo del sottopasso ferroviario che collegherà l’attuale via XXV Aprile alla rotonda dell’ospedale, e che permetterà a tutto il traffico luinese di scegliere se muoversi verso Germignaga, Voldomino, Creva o Cremenaga/Lavena Ponte Tresa.

Per le auto sarà da valutare tutto, e per i pedoni? Perché a meno di un anno dall’inizio dei lavori non si ha ancora un progetto definitivo? Mi sembra evidente che sia di fondamentale importanza avere in mano il progetto per valutare eventuali modifiche. Però la fortissima sensazione è che, essendo il progetto di RFI, pagato da RFI, il comune attenda inerme. Ma i lavori li faranno comunque a casa nostra, o sbaglio? Il punto è che i pedoni non possono e non devono passare in secondo piano.

Il preventivato (così sembra) passo pedonale, appare evidentemente scomodo per essere l’alternativa all’attuale attraversamento del passaggio a livello di via Voldomino, e non a caso è stato recentemente chiesto un incontro, proprio per parlare di questa problematica, da parte degli abitanti e commercianti della zona. Credo sia il caso di concederlo questo ulteriore incontro, mettendo al centro non tanto il tema della Luino nuova, ma proprio AlpTransit.

Ancora sulla viabilità, infine, porrei l’attenzione sul punto che mi sembra più vacillante: lo schema nel complesso, così come proposto, rischia di accentuare ulteriormente il traffico in piazza Risorgimento, creando una nuova problematica. Per ‘uscire’ da Luino in direzione Zenna/Fornasette, e anche scuole superiori, soprattutto la mattina, le auto si troveranno tutte allegramente in colonna a godersi il lungolago luinese, essendo l’unica via di uscita rimasta per raggiungere tali direzioni.

Credo sia il caso di fare un passo alla volta e risolvere ogni singolo problema, a cominciare da AlpTransit e dai due o tre anni di lavori che terranno sotto scacco la cittadina. Comune, attendiamo una vostra, possibilmente celere, risposta, anche a fronte dell’incontro di oggi a Varese sul tema in questione. Per questo, rivolgiamo un appello all’assessora compente, Alessandra Miglio.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127