Luino | 13 Aprile 2019

Rifiuti abbandonati, “Fototrappole contro gli incivili sulla strada tra Luino e Cremenaga”

L'assessora all'Ambiente Alessandra Miglio replica a Rigazzi: "Buoni risultati, numerose sanzioni ai cittadini. Il tratto di strada ripulito 31 volte in un anno"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Domenica scorsa a Cremenaga si è svolta la “Giornata del verde pulito”, che ha visto una sessantina di persone, tra bambini ed adulti, compiere un lavoro lodevole su tutto il territorio comunale per ridare dignità alla natura, portando via oltre tre furgoni di rifiuti abbandonati lungo le strade e i boschi.

In quell’occasione era stato il sindaco Domenico Rigazzi, oltre a ringraziare i partecipanti, a chiedere pubblicamente l’intervento del comune di Luino, per ripulire il tratto di strada che porta a Biviglione e non risulta essere di competenza di Cremenaga. Oggi, però, ad intervenire è proprio l’assessora all’Ambiente luinese, Alessandra Miglio, che replica al primo cittadino Rigazzi.

“Anzitutto mi complimento con lei, sindaco Rigazzi, per il successo della iniziativa di sensibilizzazione ambientale che avete organizzato – spiega Alessandra Miglio -, far sentire paladini dell’ambiente i giovani li educa ad avere a cuore la nostra casa comune e loro possono ben veicolare il messaggio agli adulti distratti”.

Il tratto di strada che da voi è stato oggetto di pulizia dai rifiuti è uno dei più problematici per numero e qualità di abbandono dei rifiuti – continua l’assessora all’Ambiente -. Il comune di Luino è dovuto intervenire ben 31 volte in un anno, e la scelta di non pubblicare ogni volta le azioni, le sanzioni o i richiami deriva da una constatazione: ci sono diverse tipologie di abbandono di spazzatura”.

“Vi è l’azione per me più odiosa, quella di chi si sbarazza del proprio ‘sporco’ lanciandolo dall’auto (io sono pulito gli altri si arrangiano), l’artigiano che non paga le tasse e non può andare in discarica, chi dalla Svizzera trova comodo scaricare in Italia un sacco, poi però c’è anche una subdola manifestazione di spregio nei confronti della società e dell’ordine che ci diamo, senza la quale non si spiegherebbero certe azioni assurde. Ho l’impressione che qualcuno goda quando manifestiamo il nostro dolore e la nostra rabbia, e non vorrei alimentare questa forma aberrante di piacere”, afferma ancora Miglio.

“Detto questo oggi racconto anch’io cosa facciamo – dichiara l’assessora -: abbiamo avuto risultati soddisfacenti con le telecamere mobili, non utilizzabili agevolmente dove manca un attacco per la corrente. La comandante collabora con il nostro responsabile per l’ambiente nella sensibilizzazione dei cittadini, con diverse modalità, e i carabinieri forestali hanno portato a casa grandi successi nel nostro territorio“.

“Le scuole organizzano momenti interessanti di educazione al riciclo e alla differenziazione, sono state coinvolte e premiate con Earth Prize, un evento con il quale si mette in luce il valore educativo delle azioni messe in campo per insegnare buone pratiche. Certo, Luino deve fare ancora molta strada per essere l’esempio di sostenibilità ambientale che molti vorrebbero, con il consigliere Alberto Baldioli si sta attuando una revisione del conferimento della spazzatura nel giorno di mercato, che non deve essere la scusa per esporre di tutto in malo modo”.

“Tornando al tratto di strada in questione – conclude Miglio -, che dobbiamo pulire, questo però è in gestione alla provincia, ho chiesto perciò un intervento al consigliere provinciale Marco Magrini, delegato alla partita, che si è reso disponibile a utilizzare in modo massiccio le fototrappole in dotazione all’ente; la soluzione di un problema tanto sentito da chi viaggia su quella strada e ama il paesaggio del fiume Tresa che impetuoso scorre nella valle è urgente, ringrazio perciò l’assessore che con i fatti vuole starci vicino”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127