Luino | 8 Febbraio 2019

Luino, il comune cerca operatori per la gestione delle attività di Palazzo Verbania

L'ente apre ai privati interessati ad una gestione condivisa per l'area deposito e il locale di ristorazione. Ecco tutte le informazioni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con l’inaugurazione di Palazzo Verbania quasi alle porte – non esiste ancora una data ufficiale ma l’obiettivo prefissato è quello di accogliere il pubblico con l’inizio della primavera – l’amministrazione comunale di Luino avvia ufficialmente una delle ultime fasi di preparazione al grande appuntamento, quello che segnerà il recupero e la riapertura dello storico edificio tanto caro ai cittadini.

Dopo lo stanziamento di ulteriori fondi da parte della Regione per agevolare il restauro (250mila euro impegnati lo scorso novembre, che si sommano agli 1,8 milioni di euro investiti ad inizio progetto, nel 2014), gli uffici di palazzo Serbelloni si dichiarano ufficialmente pronti a ricevere e valutare le proposte di operatori privati per la gestione condivisa di una parte delle attività che si svolgeranno all’interno di Palazzo Verbania una volta che la struttura entrerà in funzione.

L’idea è quella di avviare la collaborazione in fase sperimentale per un periodo di 2/3 anni, stando a quanto dichiara il servizio Cultura del comune, in riferimento ad alcuni spazi suddivisi tra seminterrato, primo piano e terrazza sul lago, ad esclusione quindi dei locali che verranno occupati dall’ufficio turistico (piano terra) e da altri dipendenti comunali per l’organizzazione di eventi e la gestione degli archivi di Chiara e Sereni, vero fiore all’occhiello attorno a cui ruota, fin da principio, l’idea di ridare vita all’edificio.

La proposta rivolta agli investitori riguarda nello specifico l’area deposito e soprattutto il locale bar e ristorazione, dotato di sala con bancone attrezzato e terrazza sul lago. “L’operatore – si legge nel documento a cura del servizio Cultura – dovrà compartecipare alle spese di funzionamento in ragione delle giornate di esercizio delle attività di bar/catering e delle superfici affidate in uso esclusivo. Dovrà inoltre corrispondere una tariffa giornaliera per l’utilizzo per eventi privati delle sale in cogestione e provvedere alla manutenzione ordinaria degli spazi di cui ha la disponibilità esclusiva”.

Due i contatti riservati alla procedura di selezione degli operatori: l’indirizzo mail cultura@comune.luino.va.it, per fissare un incontro preliminare destinato al sopralluogo dei locali, e l’indirizzo di posta elettronica certificata comune.luino@legalmail.it, per ufficializzare la propria candidatura. Domanda, quest’ultima, che dovrà essere inoltrata entro le ore 12 del 28 febbraio.

(Foto di copertina © Giovanni Saturnino)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127