Luino | 14 settembre 2018

Luino, caso buoni pasto: “Impossibile non aumentare le tariffe della mensa scolastica. Ecco i motivi”

A spiegare i motivi che hanno portato ai rincari, è stato l'assessore al Bilancio del comune di Luino, Dario Sgarbi: "Conseguenza della gara europea dell'appalto"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la presa di posizione della minoranza in consiglio comunale a Luino, in riferimento all’aumento delle tariffe riguardanti i buoni pasto del servizio mensa all’Istituto Comprensivo “B. Luini”, a rispondere alle richieste dei consiglieri, è l’assessore al Bilancio Dario Sgarbi, che ha voluto spiegare a tutta la comunità luinese i motivi dei rincari.

Nella giornata di ieri i consiglieri di minoranza Franco Compagnoni, Enrica Nogara, Pietro Agostinelli e Giuseppe Taldone, avevano espresso il loro dissenso, chiedendo al sindaco Andrea Pellicini di intervenire per provare a limare l’aumento dei costi in tutte le strutture scolastiche del luinese.

“Ho appreso che alcuni organi di informazione hanno pubblicato il disappunto manifestato dalle minoranze in merito all’aumento della tariffa relativa alla mensa scolastica – ha esordito l’assessore al Bilancio del comune di Luino, Dario Sgarbi -. Credo sia opportuno rappresentare al meglio quanto “obtorto collo” è stato deliberato dalla Giunta il 4 settembre 2018, con la consapevolezza delle problematiche e delle difficoltà economiche che stanno incontrando le famiglie in questi ultimi anni”.

L’aggiornamento delle tariffe è stata la conseguenza della nuova gara europea per l’appalto di detto servizio – ha continuato Sgarbi -. A tale gara hanno partecipato tre ditte e la vincitrice con la migliore offerta è stata la Sodexo che, comunque, ha comportato un aumento del costo del servizio del 30%”.

“Credo sia comprensibile, quindi – spiega ancora Sgarbi -, a tutti anche e, soprattutto, alle minoranze, che conoscono molto bene le dinamiche di bilancio, che era impossibile non intervenire sull’aumento delle tariffe; ciò nonostante, l’aumento, in considerazione proprio delle difficoltà manifestate dalle minoranze, ma ancora prima prese in considerazione e discusse dalla maggioranza, riconoscendo l’importante impatto sociale che avrebbero avuto sulle famiglie, ha portato, quindi, questa Amministrazione alla determinazione di aumentare le tariffe del 15% e non del 30% come è risultato dalla gara”.

“Ciò premesso, è chiaro che questa amministrazione conscia delle problematiche che arreca alle famiglie – continua l’assessore -, si augura di poter rivalutare nel più breve tempo possibile la situazione, anche in considerazione delle risultanze del bilancio approvato mesi fa e che allo stato attuale non prevede nuove entrate a copertura di maggiori spese”.

Rifiuto categoricamente l’affermazione che questa amministrazione non tiene in considerazione il sociale – conclude l’assessore al Bilancio -, in quanto il 13% circa delle entrate viene destinato proprio a tale servizio (circa un 1,9 milioni di euro)”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127