Luino | 10 agosto 2018

Luino, la minoranza critica e attacca il comune su verde pubblico e manutenzione strade

I consiglieri Petrotta e Nogara chiedono più attenzione per gli interventi prioritari nelle periferie, riprendendo le segnalazioni già esposte nell'ultimo Consiglio

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Ispirato dagli incontri pubblici, dalle conferenze e dagli approfondimenti dedicati all’educazione ambientale e al paesaggio, inseriti nella prima edizione di Earth Prize, evento tenutosi a Luino tra il 24 e il 25 giugno, il consigliere di minoranza Giovanni Petrotta ha colto l’occasione dell’ultimo Consiglio comunale per portare alcuni di questi temi, rapportati alla situazione della città, davanti agli altri amministratori.

E’ così che a Palazzo Serbelloni, dopo aver riassunto i punti salienti del contributo offerto da Earth Prize a tutta la comunità, Petrotta ha presentato ai colleghi un’interrogazione incentrata prevalentemente sulla cura del verde pubblico e sulle aree che, allo stato attuale, necessitano di un intervento di cura, come riportato dai residenti, in particolare delle periferie.

“Proporrei di sistemare l’area comunale situata nei pressi di via della Roggia a Voldomino, all’inizio della pista ciclabile – scriveva nel documento il consigliere – tagliando parte del folto sottobosco e di alberi diventati altissimi, che creano preoccupazione agli abitanti del posto”.

L’idea, una volta completata la manutenzione, sarebbe quella di “creare un piccolo giardino pubblico e alcuni orti per gli abitanti, che potrebbero usare l’acqua del canale Molinera come fanno dall’altra parte del canale, nel territorio di Germignaga”.

Questo dunque il contenuto del progetto che, sempre sulla base delle esigenze segnalate, chiama poi in causa la manutenzione delle strade, per la quale Petrotta, di comune accordo con il consigliere di minoranza Pietro Agostinelli, ha chiesto un rinnovato impegno, da attuare già durante la stagione estiva ancora in corso.

A tale proposito, sempre in termini di interventi prioritari, compare nel testo il riferimento alle buche presenti in via Ospedale, prima e dopo il ponte Spozio, documentate dalla foto che alleghiamo in galleria.

Al confronto sulla manutenzione del verde pubblico e delle strade si aggiunge inoltre una seconda voce, quella della consigliera Enrica Nogara, autrice insieme a Petrotta di una lettera che associa le tematiche sopracitate all’attività della maggioranza e alle responsabilità di chi detiene le rispettive deleghe. Ne riportiamo di seguito alcuni estratti:

L’avvicendamento delle deleghe comunali, attuato dalla Giunta di Luino nello scorso mese di maggio, che ha coinvolto gli assessori Dario Sgarbi, Alessandra Miglio ed il vicesindaco Alessandro Casali, sembra non dare buoni risultati. Pubbliche lamentele vengono espresse dai cittadini luinesi, sui giornali e sui social, rispetto a diversi settori dell’amministrazione comunale, in particolare verso la manutenzione della viabilità e del verde pubblico, tutte deleghe in possesso del vicesindaco leghista Casali.

C’è poco controllo del verde indesiderato, cioè delle piante che crescono prevalentemente nelle connessioni delle pavimentazioni stradali e nelle superfici dei marciapiedi. Verde indesiderato che favorisce l’accumulo della sporcizia e produce nel tempo sconnessioni e danni alle pavimentazioni. Un esempio concreto: l’attuale stato di via della Roggia a Voldomino Inferiore.

Sulla manutenzione strade vediamo che in questi giorni si stanno sistemando alcuni tratti, ad esempio via Forlanini. Bene, ma rimangono da sistemare altre strade e piazze del comune come piazza Garibaldi, piazza Marconi, e il sottopasso di via Carnovali, porta d’ingresso al mercato settimanale per molti stranieri che parcheggiano nell’area ex Visnova, al momento non un buon biglietto da visita per la città.

Sulla viabilità, sempre durante l’ultimo Consiglio, il nostro gruppo ha evidenziato il gran numero di incidenti stradali, una decina, con danni e feriti, che sono capitati nel mese di luglio per le vie cittadine. Chiediamo: non sarebbe ora di mettere le mani sui limiti di velocità nelle aree a rischio, e pensare da subito alla viabilità del centro storico, anche in vista delle variazioni stradali che il progetto AlpTransit ci costringerà ad attuare?

Spunto per questo pubblico intervento è la risposta che il vicesindaco Casali ha dato il 6 agosto su Luinonotizie.it ad una cittadina che segnalava, il giorno precedente, un disagio in via B. Luini.

Non è competenza comunale‘, la singolare risposta del vicesindaco. Che coincidenza! E’ la stessa risposta che gli stessi amministratori danno a noi, consiglieri di opposizione, quando segnaliamo disagi o avanziamo proposte di intervento. Le risposte date sono del tipo: ‘Il ponte pedonale diroccato sul Tresa, tra Creva e Voldomino, non si ripristina perché è pertinenza della Comunità Montana’; ‘non garantiamo il servizio per colpa del governo nazionale del Pd che non stanzia i denari e quindi non ci permette…’; ‘le problematiche della stazione ferroviaria sono di competenza…’.

L’invito poi a non segnalare i disagi sui giornali o su altri media, ma ad utilizzare il ‘canale istituzionale‘, che in pratica significa andare in comune, segnalare all’ufficio competente, eccetera eccetera, è una pratica che non tutti hanno la possibilità e il tempo di attuare. E’ pertanto una risposta burocratica, limitante e anacronistica.

Invitiamo la Giunta di Luino a svolgere bene il ruolo per cui è stata eletta, favorendo l’attuazione di buone pratiche per una cittadinanza attiva. Il che significa invitare i luinesi alla partecipazione e alla segnalazione, in tutte le maniere, dei disagi e dei problemi della città.

Facciamo nostra la conclusione della redazione di ‘Luinonotizie’ che, nella parte finale dell’articolo ha scritto: ‘In ogni caso (la segnalazione della signora residente in via B. Luini, nda) era indirizzata all’amministrazione comunale per fare in modo di risolvere la problematica chiedendo un intervento. Che l’area sia comunale o privata poco importa, per il semplice fatto che il tema riguarda i disagi ai cittadini, per i quali deve essere il comune a farsene carico. Sempre’.

Per il testo completo dell’interrogazione presentata in Consiglio comunale da Giovanni Petrotta cliccare qui.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127