EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Germignaga | 1 Maggio 2018

Germignaga, Equostop: impegno concreto per il futuro e la salvaguardia dell’ambiente

Un successo la seconda edizione del flash mob andata in scena domenica. Numerosi i volontari e le studentesse scesi in strada in veste di "equostoppisti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Quando si parla di ambiente occorre impegno e non parole: queste persone lo stanno dimostrando”. Così si è espresso Gianfranco Malagola, promotore, con Gim-Terre di Lago, di Equostop”, il progetto che sta progressivamente coinvolgendo Comuni e Associazioni del territorio, insieme ad un numero sempre crescente di volontari e gente comune, in favore di una mobilità equo sostenibile per restituire alle nuove generazioni un pianeta più vivibile dal punto di vista ambientale e più “friendly” nell’ambito dei rapporti sociali.

E domenica 29 aprile, all’appuntamento con il 2° flash mob, si è ritrovato lo “zoccolo duro” del gruppo, al quale si sono unite anche giovani studentesse, desiderose di mettersi alla prova in veste di equostoppiste.

Il clichè è ormai collaudato: volontari disposti singolarmente o a coppie lungo il marciapiede di fronte alla Bottega del Mondo, sia in direzione Laveno che in direzione Zenna e muniti dei maxi cartelli con il logo di “Equostop”, chiedono passaggi ad automobilisti in transito. Anche questa volta in pochi minuti tutti sono riusciti a partire, muniti del sacchetto contenente il materiale informativo e le ormai mitiche magliette da donare a coloro che si sarebbero fermati.

Naturalmente non sono mancati momenti divertenti, come il “rischio” di essere caricati da una rombante Ferrari, che transitava sulla Statale 394 insieme ad altre fuoriserie, o la sorpresa di essere accolti da un camper straniero con tanto di bici al seguito. I più fortunati sono addirittura riusciti ad effettuare due viaggi andata-ritorno e comunque tutti sono rientrati al “campo base” entro le ore 17 senza dover fare intervenire il “pronto soccorso equostoppisti” per essere recuperati lungo il percorso.

Il progetto di Terre di Lago sta funzionando, al punto da interessare addirittura i bambini: “Ma io vi conosco!” Ha entusiasticamente dichiarato un simpatico ragazzino che ha accolto sul sedile posteriore dell’autovettura guidata dal papà, il nostro Gianfranco.

Inutile dire che, anche in questa occasione, le magliette di Equostop sono andate letteralmente a ruba. Nel frattempo sta procedendo a gonfie vele il progetto degli studenti dell’ISIS Città di Luino – Carlo Volonté, che, con i loro docenti, stanno mettendo a punto l’App che permetterà agli utenti più tecnologici di interagire a 360° tra loro e ricevere dati, informazioni utili, o dare valutazioni.

L’entusiasmo del gruppo è alle stelle e si stanno già preparando alcune piccole modifiche e novità per il prossimo appuntamento, che sarà nel mese di giugno. Le idee non mancano, l’impegno anche: si attendono ulteriori volontari per una pacifica invasione delle strade, affinché “Equostop” superi definitivamente il “punto di non ritorno” e questa rivoluzione nelle abitudini della gente ci allontani al rischio di catastrofe ambientale che incombe sul nostro “futuro prossimo venturo”.

Ecco la galleria fotografica di “Eventi Lago Maggiore” riguardante l’iniziativa di domenica.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127