Luino | 17 Marzo 2018

TARI, l’assessore Sgarbi: “Nessun aumento delle tariffe per gli ambulanti del mercato di Luino”

A margine del consiglio comunale di lunedì sera, l'assessore Dario Sgarbi torna a parlare della gestione dei rifiuti nel paese lacustre con alcune precisazioni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nel consiglio comunale di lunedì sera a Luino si è discusso a lungo, ad inizio seduta, della gestione dei rifiuti non solo sui servizi alla cittadinanza che per quanto riguarda il mercato. Ad intervenire oggi è l’assessore al Bilancio, Dario Sgarbi, che ha voluto fare alcune precisazioni in merito all’articolo uscito nella giornata di ieri.

“Si tratta degli stessi parametri e ripartizioni della spesa tra utenze domestiche e non domestiche applicando la normativa in materia come negli anni passati – spiega l’assessore Dario Sgarbi – . In base alla Legge di bilancio 2018, al fine di contenere il livello complessivo della pressione tributaria, in coerenza con gli equilibri generali di finanza pubblica, è sospeso l’aumento di tributi e delle addizionali attribuite alle regioni e agli enti locali. Sempre secondo la legge di bilancio, tale sospensione non si applica alla tassa rifiuti, in quanto deve essere assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio: questi ultimi sono incrementati, rispetto all’anno precedente, per un importo complessivo pari a 65mila euro circa e pertanto ci saranno lievi incrementi del tributo per tutte le categorie di utenza al fine di coprire il maggiore costo”.

L’assessore, però ribadisce che non vi sono incrementi dovuti a modifiche alle tariffe. “Il comune di Luino – continua Sgarbi – non ha applicato aumenti di tributi. E’ probabile che il problema nasca da una errata interpretazione di quanto detto nell’ultimo consiglio comunale, precisamente alla richiesta di un consigliere di minoranza, in merito alla copertura della spesa del servizio da parte degli ambulanti del mercato del mercoledì. Considerando la spesa di pulizia del mercoledì, è stato risposto che, pur applicando la percentuale massima relativa, prevista dalla norma, non si coprono le spese con quanto dovuto dagli ambulanti per l’occupazione con i banchi. Detto ciò, è stato evidenziato che comunque gli ambulanti compensano la minor spesa con il pagamento del tributo COSAP, aumentato l’anno scorso del 3% che, ripeto, non è stato assolutamente aumentato per l’anno in corso”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127