Luino | 10 Febbraio 2018

“Giorno del Ricordo”, gli studenti luinesi omaggiano anche il Sacrario di Basovizza

Il sindaco Pellicini: "Non ho parole per ringraziare gli alpini della Sezione di Luino. È stato un viaggio bellissimo. Sono certo che i nostri ragazzi lo ricorderanno"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la visita al Sacrario di Redipuglia di ieri, la delegazione luinese oggi ha presenziato alla Cerimonia solenne dedicata al Giorno del Ricordo al Sacrario di Basovizza, sul Carso Triestino. La celebrazione è da considerarsi l’evento centrale di un più ampio programma di manifestazioni e iniziative, culturali e di approfondimento, organizzato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo 2018, ricorrenza istituita nel 2004 con legge dello Stato per ricordare le vittime delle Foibe, l’esodo giuliano-dalmata e le drammatiche vicende del confine orientale negli anni a cavallo del secondo dopoguerra.

Oggi hanno assistito all’evento il sindaco Andrea Pellicini, il vicesindaco Alessandro Casali, l’assessore Pier Marcello Castelli con trentacinque ragazzi di terza media dell’Istituto “Bernardino Luini” e “Maria Ausiliatrice”, accompagnati dai loro professori Giovanni Petrotta, anche consigliere comunale, Vincenzo Masciovecchio e Stefania Proserpio e da alcuni alpini dell’A.N.A. Associazione Nazionale Alpini Sezione di Luino, presieduta da Michele Marroffino.

La cerimonia si è svolta alla presenza delle massime Autorità civili e militari, di un picchetto del Reggimento “Piemonte Cavalleria 2°” per la resa degli onori, delle Associazioni d’Arma, dei sodalizi patriottici e delle rappresentanze del mondo dell’Esodo. Dopo l’ingresso dei Gonfaloni di Trieste e di Muggia, della Regione e di altri Comuni, con l’Alzabandiera sono state deposte Corone commemorative, è stata celebrata la Santa Messa di suffragio dall’Arcivescovo di Trieste S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi ed è stata letta la Preghiera per gli Infoibati (composta da mons. Antonio Santin, Vescovo di Trieste e Capodistria negli “anni difficili”) da parte di uno studente delle scuole giunte a Trieste. Altri studenti hanno declamato alcune poesie in tema (“Basovizza”, “Borovnica”, “Terra rossa”, “Foibe”).

A seguire, il discorso del sindaco di Trieste e un saluto del presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe e della Lega Nazionale, Paolo Sardos Albertini, hanno chiuso la cerimonia. Rilevante quest’anno è stata la presenza dei giovani, significativamente superiore a quella delle edizioni precedenti, e ciò in particolare grazie a un progetto di “trasmissione della memoria” di questi eventi rivolto alle generazioni più recenti (denominato “Le tracce del Ricordo”), ideato dal Comune e dalla Lega Nazionale di Trieste. A questa iniziativa hanno aderito varie scuole di Sacile, Brugnera, Pordenone, Seriate (Bergamo), Modena, Lecce, Luino e Bagnoli Irpino (Avellino), per un totale di ben 500 studenti che hanno assistito alla cerimonia di Basovizza con i docenti e dirigenti scolastici. Particolarmente numerosa a Basovizza anche la rappresentanza degli Alpini dell’ANA con l’annunciata presenza di ben 800 “penne nere” di 23 Sezioni (e 153 Gruppi) di tutta Italia assieme al Presidente e al Labaro Nazionale dell’Associazione.

La delegazione luinese si è poi recata a Precenicco dove è stata accolta anche dal Sindaco Andrea De Nicolò e dall’Associazione Nazionale Alpini della Sezione di Precenicco.

Il sindaco Andrea Pellicini chiude così queste giornate: “Non ho parole per ringraziare gli alpini della Sezione di Luino. È stato un viaggio bellissimo. Sono certo che i nostri ragazzi lo ricorderanno”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127