Luino | 10 Gennaio 2018

Luino, Pellicini: “IMU troppo onerosa per la SOMS, comune pronto ad acquistare il Teatro Sociale”

Il sindaco risponde alle parole dell'ex segretario cittadino Pd: "Apprezzo i toni e condivido l'esigenza di voler dotare Luino di altri spazi per arte e cultura"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Ho apprezzato nei toni, ma anche nei contenuti, l’intervento di Stefano Bragnuolo in tema di spazi da dedicare all’arte e alla cultura“. Esordisce così il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, rispondendo alle parole dell’ex segretario cittadino Pd ed attualmente membro del direttivo luinese, pubblicate negli scorsi giorni, riguardanti le strutture e l’offerta culturale del paese lacustre.

“Mi è però necessario fare una premessa. L’avviso pubblico per ricercare una struttura da adibire a cinema-teatro deriva dal fatto che il Comune, ad oggi, non è proprietario di alcun bene di questo tipo – spiega il primo cittadino Pellicini – . Il ‘Sociale’ è, infatti, di proprietà della Società Operaia di Mutuo Soccorso, oggi rappresentata dall’ottimo presidente Alberto Frigerio. Il Comune ha sempre condotto in locazione il teatro sulla base di un contratto che prevedeva a carico dell’Ente la manutenzione straordinaria.

“Negli ultimi anni, infatti, il Comune ha eseguito notevoli opere per l’adeguamento normativo e per il miglioramento delle condizioni generali del teatro, sostituendo parte degli impianti e, ad esempio, provvedendo al rinnovo di tutte le poltrone. Non è, però, più sostenibile questa impostazione, sia per il Comune, ma anche per la S.O.M.S., tenuta, in qualità di proprietaria del bene immobile, a corrispondere una IMU annuale davvero onerosa. Da qui – in base a queste considerazioni, spiega ulteriormente il sindaco – la decisione dell’Amministrazione di procedere all’acquisto del bene. Le regole di trasparenza amministrativa impongono, però, di provvedere prima all’emanazione di un avviso pubblico per permettere l’esame di eventuali altre candidature e proposte”.

“Per il resto, condivido l’esigenza individuata da Bragnuolo di dotare la città di altri spazi da destinare all’arte e alla cultura – continua ancora il sindaco – . Non bisogna, però, dimenticare che il Comune è impegnato nell’importante ristrutturazione di Palazzo Verbania che, oltre a diventare sede degli archivi di Piero Chiara e di Vittorio Sereni e di Centro Studi dei due grandi luinesi del ‘900, è destinato ad essere luogo di incontro con l’arte. Ampie sale del piano terra verranno, infatti, adibite a mostre ed esposizioni”.

È vero, poi, che sarebbe bello realizzare anche un auditorium – conclude Pellicini –. L’ Assessore Castelli, ad esempio, lo ha sempre immaginato nell’immobile delle ex carceri sulla base di un progetto affascinante presentato dagli studenti dell’I.S.I.S. Città di Luino ‘Carlo Volonté’. Per il momento accontentiamoci di far cantare i nostri bambini al Teatro Sociale, non dimenticando la grande importanza di questa struttura, che va comunque sfruttata al massimo delle sue potenzialità”.

(Foto © Francesco Muzzopappa)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127