Luino | 5 dicembre 2017

La tutela dell’ambiente protagonista all’I.S.I.S “Città di Luino”. Gli studenti progettano il futuro

Ieri gli studenti hanno presentato i due laboratori agli ospiti di EcoNord, Comunità Montana Valli del Verbano, Provincia di Varese e Cooperativa Koinè

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Mettere i rifiuti alle strette” è un impegno che per l’Istituto “Carlo Volontè” di Luino si rinnova di anno in anno con l’obiettivo di coinvolgere gli alunni nell’educazione allo sviluppo sostenibile, tema fondamentale per la conoscenza e il rispetto del territorio, parte integrante di laboratori e approfondimenti per diverse classi della scuola. A tale proposito ieri gli studenti del corso di amministrazione e finanza, di elettronica/informatica e del turistico, hanno presentato in Aula Magna i dati raccolti grazie ai progetti “Green School” e “Conosco quindi riciclo“.

A visionare le informazioni contenute nelle slide curate dai gruppi, i rappresentanti di diversi enti con cui la scuola collabora da anni per un’iniziativa che raccoglie più di ottanta istituti su tutto il territorio provinciale: EcoNord, Comunità Montana Valli del Verbano, Cooperativa sociale Koinè e Provincia di Varese.

“Ringrazio tutte le persone coinvolte in questo progetto che ha una lunga storia tra le attività ecologiche della scuola – ha esordito il preside Fabio Giovanetti rivolgendosi ai partecipanti -, a partire dalla Professoressa Cesarin che insieme a tutto il corpo docenti ha fatto della sostenibilità ambientale un tema centrale e un impegno quotidiano per le nostre classi”. E’ proprio dagli spazi aperti in prossimità delle aule che gli studenti luinesi, accompagnati dai responsabili della cooperativa Koinè, tra cui il dottor Alessandro Pennati, hanno riscontrato una criticità frutto delle cattive abitudini: l’abbandono sconsiderato di rifiuti sul suolo pubblico.

I ragazzi, durante le ore di laboratorio, si sono occupati di arginare il fenomeno partendo dalla consapevolezza dei danni ambientali ed economici che genera, incentivando successivamente nella loro routine di tutti i giorni semplici ma preziosi gesti orientati verso il riciclo di scarti e rifiuti. “Sono contenta nel vedere i ragazzi così interessati all’argomento – ha detto Gabriela Pagliari, di Comunità Montana Valli del Verbano -. La loro collaborazione, così come quella della professoressa De Vittori e di tutti gli altri colleghi, è fondamentale per dare longevità al progetto”.

Sulla necessità di fornire agli studenti un’informazione corretta in merito alle pratiche che stanno alla base del riciclaggio e della raccolta differenziata, è intervenuto il dottor Domenico Ruspa di EcoNord: “E’ importante capire cosa fare con gli scarti che produciamo – ha affermato -. La nostra azienda, occupandosi di igiene urbana, ha premura che i rifiuti escano dalle case, così come dalle scuole, in un certo modo. Il lavoro svolto dagli impianti di smaltimento – ha ricordato – genera una nuova economia per il paese“. Concetti e indicazioni che gli studenti hanno inserito accuratamente nelle slide della loro presentazione, divise tra grafici statistici, schede sulle problematiche ambientali più diffuse e modalità di smaltimento e riutilizzo delle diverse materie.

Le attività proseguiranno nei prossimi mesi con la prospettiva di coinvolgere altre classi per alimentare l’impronta ecologica della scuola, “tra le prime ad aderire al progetto Green School“, come ha ricordato il Dottor Paolo Landini che in Provincia coordina l’iniziativa: “Dai 15 istituti del primo anno siamo passati oggi a quota 100 iscrizioni – ha detto rivolto agli alunni e ai docenti -, segnale che la rete, attraverso gli incontri di formazione, è in forte crescita”.

-->
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127