14 Luglio 2016

Lettera alla redazione, “Luino da città del mercato a città del supermercato”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa di Gianfranco Cipriano, attivista del Movimento 5 Stelle, che analizza la situazione occupazione a Luinorispetto ai fasti passati del mercato del mercoledì, pilastro di attrattività per i turisti stranieri, in rapporto non solo alla crisi delle attività commerciali ed artigiani locali, ma anche alla cospicua presenza di supermercati sul territorio. Ecco le sue parole.

Gianfranco Cipriano, attivista del Movimento 5 Stelle, in un incontro organizzato a Luino

Gianfranco Cipriano, attivista del Movimento 5 Stelle, in un incontro organizzato a Luino

Lettera alla redazione, “Luino da città del mercato a città del supermercato”. “La nostra cittadina, conosciuta in tutta Europa per lo storico mercato del mercoledì, polmone del commercio luinese e attrazione turistica in grado di far rivivere il centro, sta man mano lasciando il posto alla sofferenza di attività commerciali e artigianali generata dal continuo proliferarsi di supermercati di importanti catene mondiali che, per prezzi, ore lavorate e campagne promozionali, impediscono una concorrenza leale con le aziende familiari o artigiane che intendono operare sul nostro territorio.

Questa lotta impari e questo soffocamento delle attività, deve necessariamente avere un freno. I piccoli non possono permettersi orari continuati e turni, quindi non possono e non devono piegarsi alla diffusa politica dei numeri che costringono gli imprenditori a sempre minori margini di guadagno che teoricamente dovrebbero colmare aumentando il fatturato. Questa riflessione ‘di pancia’ scaturisce da una chiacchierata intrattenuta in un bar di Luino dove si vociferava (attenzione, non voglio creare falsi allarmismi, quindi sottolineo ‘vociferava’) che l’ex area Visnova, tra l’ospedale e la ferrovia, venisse impegnata per la realizzazione di un nuovo supermercato Esselunga. Desidero smontare le affermazioni che questi gruppi commerciali portino incremento di posti di lavoro, o meglio, lo creano sì, ma a svantaggio di altri posti di lavoro persi dalle micro e piccole aziende costrette a ridimensionarsi per sopravvivere.

Vero è che può essere utile e comodo avere un supermercato in modo prolungato, ma bisognerebbe trovare il modo di regolamentare orari di aperture e turnazioni che consentano di mantenere un servizio, senza però strozzare il tessuto economico locale, un po’ come avviene per le farmacie. Trovo infatti incredibile che molto spesso per trovare la farmacia di turno si debbano fare decine di chilometri mentre ormai il ritmo e il crescere delle catene supermarket, fa si che se ne possa trovare uno aperto ad ogni angolo.

Ferma restando l’infondatezza della notizia sulla ex area Visnova, approfitto per invitare il sindaco e la sua giunta ad aprire un dibattito con i cittadini sul futuro della medesima area in modo da evitare che a sorpresa di tanti si veda nascere una nuova Lidl”,

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127