14 Marzo 2016

Il Luino-Maccagno cala il poker a Porto Ceresio e si avvicina alla vetta. Sconfitta per l’Union Tre Valli che ora è a -3

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Tornano alla vittoria, a Porto Ceresio, i ragazzi di Andrea De Berardinis, dopo i tre pareggi consecutivi ottenuti nel mese di febbraio. Nonostante il nervosismo in campo, con l’allontanamento di Cannucciari e del mister luinese, sullo 0-3, il Luino espugna il difficile campo del Ceresium Bisustum con la giusta determinazione e concretezza. La contemporanea sconfitta casalinga dell’Union Tre Valli per 0-2 contro la Juventus Gemonio, porta il Luino a sole tre lunghezze in classifica dalla capolista, con lo scontro diretto da giocare giovedì 24 marzo.

Omar Ancelliero, autore del 3-0 su rigore ieri contro la Calcinatese (facebook.com)

Omar Ancelliero, autore di una doppietta nel 4-1 contro il Ceresium Bisustum

Il Luino-Maccagno torna a vincere e lo fa in modo convincente. De Berardinis ritrova dopo un lungo infortunio Alessio Arioli che, insieme a Vigezzi, torna a formare la coppia di centrali difensivi. Vecchietti in porta ed ai lati Cervaro e Vallone. A centrocampo El Amiri e Maiuolo sono assistiti da Cannucciari e Diana, mentre in attacco è Raiser a far coppia con Ancelliero. La partita inizia e per tutto il primo tempo è l’equilibrio a predominare, poche occasioni da gol da una parte e dall’altra con tanti errori in fase di costruzione e di possesso palla, soprattutto per i luinesi, che non riescono quasi mai a rendersi pericolosi. Tanti i passaggi sbagliati ed i lanci lunghi che in alcune azioni permettono anche le ripartenze dei padroni di casa, che non si finalizzano quasi mai. I tiri in porta sono pochi e a impensierire l’estremo difensore del Ceresium è Ancelliero, ma con poca efficacia. Il Luino, però, rischia poco e così si va al riposo sullo 0-0.

L’allenatore luinese non è soddisfatto della prova dei suoi e dà alcune indicazioni e correttivi alla squadra che si riveleranno vincenti. I ragazzi tornano sul terreno di gioco maggiormente determinati e concreti e così arriva il vantaggio grazie ad una splendida punizione dal limite battuta da Raiser da posizione defilata. I malumori ed il nervosismo dei padroni di casa, perdurati in panchina anche nel corso di tutto il primo tempo si accentuano. L’ex allenatore luinesi, Vincenzi, più volte parla con gli avversari ed il clima è bollente anche sugli spalti. Poco dopo a siglare il 2-0 è Ancelliero su rigore: è Raiser da destra a lanciare un filtrante in area, ma il bomber luinese viene atterrato e l’arbitro fischia il tiro dagli undici metri. Intorno al 65′ arriva anche il 3-0 per il Luino, quando Cannucciari da destra scappa e mette in mezzo una palla tesa verso Ancelliero. E’ un difensore del Ceresium Bisustum a mettere in rete. Partita chiusa, insomma, a quasi mezz’ora dal termine. E’ qui, però, che dopo ripetute scaramucce da una parte e dall’altra, Cannucciari, già ammonito, ha un diverbio con Vincenzi, e l’arbitro tira fuori il rosso diretto. Il Luino rimane in dieci e ad essere espulso è anche il mister De Berardinis che critica l’operato dell’arbitro e viene allontanato dal campo. Le squadre tornano a giocare e, come successo poche volte in tutta la gara, è il Ceresium Bisustum ad affacciarsi dalle parti di Vecchietti: incertezza difensiva dei luinesi, palla in mezzo e sotto porta arriva il gol del 3-1. A mettere la parola fine alla partita, però, è un Ancelliero totalmente ritrovato, che da fuori area, in controbalzo, spara un missile che finisce sotto la traversa. Il match si chiude 4-1 per i luinesi, ma resta l’amaro in bocca per le due espulsioni, a Cannucciari e De Berardinis. Da segnalare la buona prova di Maiuolo a centrocampo insieme ad El Amiri, cresciuto molto nel secondo tempo, e di un ritrovato Arioli, che in mezzo alla difesa sarà molto utile per le ultime partite, portando capitan Lucchini nel suo ruolo naturale sulla mediana.

Il Luino-Maccagno è l’unica squadra del Girone Z Seconda Categoria Varese ad essere imbattuto: l’Union Tre Valli, capolista a 53 punti, infatti, ieri ha subito il primo blackout a Cugliate Fabiasco, dove è stata sconfitta per 0-2 dalla Juventus Gemonio. Il Caravate, terzo in classifica, ha vinto in casa contro il Cantello ed è a sei lunghezze dal Luino, ma con una partita in più.

“Dopo un mese di febbraio dove abbiamo raccolto solo tre punti in tre partite – spiega De Berardinis -, sono soddisfatto della vittoria e della prova convincente dei miei. Dispiace per il nervosismo in campo che ha portato all’espulsione di Cannucciari e alla mia, ma ho trovato inaccettabile il comportamento del loro mister. Non si entra in campo con questo spirito. In ogni caso è una vittoria che ci ridà autostima nei nostri mezzi e la sconfitta dell’Union Tre Valli, con i pareggi dell’Insubria e del Buguggiate, risalta di più la vittoria in un campo che sapevamo fosse difficile. Sono fiducioso per l’enorme crescita nel secondo tempo della squadra dopo le indicazioni dell’intervallo. Abbiamo avuto tante occasioni da gol e mi posso dire fiducioso per la condizione dei ragazzi. Le prossime saranno sfide decisive”.

Le partite della 22esima giornata del Girone Z di Seconda Categoria VareseCeresium Bisustum – Luino Maccagno 1-4, Biandronno – Cadrezzatese 0-3, Buguggiate – Don Bosco 1-1, Caravate – Cantello Calcio 2-0, Casbeno Varese – Ternatese Calcio 2-1, Castronno Calcio – Calcinatese 0-2, San Luigi Albizzate – Insubria Calcio 1-1, Union Tre Valli – Juventus Gemonio 0-2.

La classifica dopo la 21esima giornata. Union Tre Valli 53 punti*, Luino-Maccagno 50*, Caravate 44, Insubria Calcio* e Buguggiate 39, San Luigi Albizzate e Juventus Gemonio F.C. 31, Ternatese Calcio 27*, Ceresium Bisustum* e Biandronno* 26, Don Bosco 24**, Casbeno Varese 22,  Cadrezzatese e Calcinatese 21, Castronno Calcio** 19, Cantello 16. (*una partita in meno – ** due partita in meno)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127