Orino | 12 Maggio 2024

Elezioni, Federico Raos si candida a sindaco con “NoiXOrino”

Fra continuità con l’amministrazione uscente e desiderio di innovazione, il progetto del gruppo guidato dal dirigente dell’Uninsubria parla soprattutto di valorizzazione e coinvolgimento dei cittadini

Tempo medio di lettura: 3 minuti

«Mi sono innamorato di Orino vent’anni fa, sbucando da un sentiero in un campo da calcio immerso nel bosco. Ho ancora negli occhi la bellezza di quel momento in cui me lo sono trovato di fronte».

Un vero e proprio colpo di fulmine per Federico Raos che, da quel giorno, ha poi scelto di trasferirsi nel piccolo borgo della Valcuvia dove risiede stabilmente dal 2007 e, via via, di impegnarsi anche nella sua vita pubblica, fino ad arrivare alla candidatura a sindaco nelle prossime elezioni amministrative di giugno.

60 anni, consigliere comunale di maggioranza uscente e componente del Comitato Direttivo del Parco Campo dei Fiori, originario di Tradate, Raos è laureato in Giurisprudenza e attualmente è dirigente dell’Area Formazione e Ricerca dell’Università degli Studi dell’Insubria, che ha contribuito ad avviare.

Con la sua lista “NoiXOrino” si contenderà il ruolo di primo cittadino con Miriam Martinoli, alla guida di “Destinazione Orino”: «Lo dico sinceramente – commenta – Sono felice che ci sia una seconda lista. Credo veramente che la partecipazione sia importante e il fatto che ci siano tante persone che vogliono dare il proprio contributo al paese è un bel segnale. Penso che, comunque vada, riusciremo a lavorare bene».

Il gruppo che Raos ha costruito intorno a sé parla sì di continuità con l’amministrazione uscente guidata da Cesare Moia, ma nel segno dell’innovazione: «Nella nostra lista ci sono la vicesindaca, un’altra consigliera comunale e l’assessore ai Lavori pubblici uscenti, dunque la continuità è oggettiva. Ma – tiene a ribadire – noi siamo noi e teniamo molto a presentarci con uno stile personale e a essere un elemento di innovazione nel paese. Molti di noi sono persone che vogliono portare un’aria nuova, con il giusto mix tra continuità e novità».

Questi, dunque, i candidati consiglieri di “NoiXOrino”: Luca Amalfitano (48 anni, direttore sistemi informativi); Guglielmo Cellina (34 anni, cameriere); Alessio Ceriani (55 anni, direttore commerciale); Lorenzo Ghielmi (64 anni, musicista); Andrea Giacometti (50 anni, idraulico); Raffaella Meroni (64 anni, pensionata); Luana Pirola (34 anni, pasticciera); Paolo Rocchi (66 anni, chirurgo ospedaliero); Cora Marta Scandroglio (54 anni, consulente comunicazione); Cinzia Tumaini (59 anni, impiegata).

Prima di entrare nel dettaglio del suo programma elettorale, Federico Raos lo introduce parlando di una “cassetta degli attrezzi” nella quale inserire gli “strumenti”, o meglio i concetti di base che andranno a caratterizzare lo stile con cui intende amministrare Orino: «Non basta fare le cose, ma farle in un certo modo – spiega – Il macroproblema della vita pubblica, in generale, è la scarsa partecipazione, la disaffezione verso le istituzioni. Per questo credo, in generale, che sia giusto porsi obiettivi e avere la consapevolezza sul percorso da fare per raggiungerli: imporre decisioni dall’alto o coinvolgere i cittadini dal basso? A parità di risultato, il coinvolgimento è sicuramente meglio, perché garantisce miglioramenti duraturi».

Ecco perché le linee guida del progetto di “NoiXOrino” consisteranno nell’ascolto dei cittadini e nel loro coinvolgimento in incontri pubblici ogniqualvolta si renderà necessario decidere su argomenti importanti, nella creazione di una Consulta per i giovani per invitarli a partecipare sempre di più alle iniziative e alla vita del paese e di una Consulta per le associazioni e gli enti del Terzo Settore. Il tutto nell’ottica di una collaborazione ampia non solo con le realtà associative, ma anche con i Comuni limitrofi e con gli enti sovracomunali, per «ragionare insieme il futuro del paese e contribuire a instaurare un clima sereno e di dialogo tra tutti».

Essenziali ma concreti i punti sviluppati all’interno del programma vero e proprio (la versione integrale è scaricabile cliccando qui), a partire dalla tutela dell’ambiente e della biodiversità locale, ad esempio attraverso proposte di educazione ambientale o con la creazione di un consorzio forestale che unisca Comuni e Parco Campo dei Fiori.

Importanti per Raos e il suo gruppo anche i temi legati alla sicurezza e alla mobilità sostenibile – tra i progetti emergono l’efficientamento del trasporto pubblico, nuove ciclabili e l’attivazione di scuolabus e pedibus –, alla cultura, al territorio, al benessere e allo sport. Valorizzare la biblioteca rendendola un centro culturale sempre più vivo e l’area della storica Rocca, rilanciare “Orino Smart Village”, prevenire il dissesto idrogeologico, mantenere il decoro del paese, riqualificare la zona della Gesiola e il campo sportivo in località Fugiana, supportare le attività e le società sportive e promuovere eventi di vario genere, specialmente nel periodo estivo: tutti punti che, uniti a una forte sinergia tra gli operatori economici presenti sul territorio, possono andare tutti quanti nella direzione di favorire lo sviluppo turistico di Orino, all’insegna di un turismo lento e di qualità che per il candidato sindaco rappresenta un obiettivo fondamentale da perseguire.

Per incontrare gli orinesi e iniziare a dialogare con loro, la lista di Federico Raos ha organizzato delle passeggiate che uniscono al piacere del camminare insieme – «che è anche una bella metafora», chiosa – quello del fermarsi e del «chiacchierare sul futuro del nostro borgo».

I prossimi due appuntamenti saranno sabato 18 maggio alle ore 10.00 per una passeggiata verso la Rocca “sulle orme dei nostri antenati” (appuntamento al parcheggio del Centro Sportivo comunale adiacente al campo da tennis) e sabato 25 maggio alle ore 18.00 per una visita al frutteto didattico del campo sportivo, con appuntamento al lavatoio di piazza Rossi.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127