Arcisate | 17 Ottobre 2021

“Fare rete con la Via Francisca”, la Comunità Montana del Piambello è pronta

Martedì sarà presentato un ampio progetto di valorizzazione del territorio, della sua storia e dei siti UNESCO. Il presidente Sartorio: “È un laboratorio di cultura”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La Via Francisca e i tre Siti UNESCO delle Prealpi varesine – Monte San Giorgio, Sacro Monte di Varese e il Monastero di Torba a Gornate Olona – sono al centro di un progetto volto a valorizzare i territori della Comunità Montana del Piambello che punta a fare rete tra enti pubblici e privati e a creare una unione di intenti che vede in prima linea anche Regione Lombardia e il FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Grazie ai Piani Integrati della Cultura, il tratto varesino del percorso che si snoda dal centro Europa e si connette alla Via Francigena, sarà promosso come patrimonio culturale e naturalistico insieme agli altri tre siti di importanza mondiale.

La Via Francisca, infatti, è un punto di riferimento per i pellegrini provenienti dalla Germania e dalla Svizzera e si collega alla Francigena, che porta a Roma. Si tratta di uno snodo fondamentale per la cultura europea che ha il suo centro proprio nelle Prealpi lombarde. Oggi, tutto questo, è al centro di un importante progetto grazie all’impegno congiunto della Regione e dell’Ente montano mediante un piano di valorizzazione della Via, dei suoi borghi, del suo territorio e dei tre siti UNESCO ubicati lungo il suo percorso. Il progetto è aperto alla piena collaborazione di enti pubblici e privati e prende il via dal desiderio di valorizzare il territorio e la storia attraverso eventi e iniziative alle quale potranno partecipare tutti i soggetti interessati.

Tutto ciò, e molto altro, sarà al centro di una presentazione che avrà luogo martedì 19 ottobre, alle ore 10, al centro espositivo Mons. Macchi (Prima Cappella) del Sacro Monte di Varese e alla quale interverranno l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli e il presidente della Comunità Montana del Piambello Paolo Sartorio.

In tale occasione verrà illustrato nel dettaglio il piano di valorizzazione e presentati anche una serie di incontri in programma nei mesi di ottobre e di novembre che avranno come scenario i luoghi simbolo della Via Francisca e due dei tre Siti UNESCO varesini: il Sacro Monte e il Monastero di Torba. Otto appuntamenti, tra i quali quattro webinar, che avranno al centro le politiche di conservazione culturale e la rinascita del patrimonio montano, varesino e regionale. I momenti formativi si rivolgeranno a tutti in modo da sottolineare la primaria volontà di fare rete e di dare impulso sinergico alla collaborazione degli enti come di altri soggetti giuridici di rilievo, associazioni culturali e cittadini. Il programma formativo è a cura del FAI – Fondo ambientale italiano.

“È un laboratorio di cultura. Per la prima volta realtà territoriali e associative distanti si sono messe insieme ed accordate per dare luogo a un esempio che porti la conoscenza e il nostro patrimonio ad essere traino dell’impresa”, afferma Paolo Sartorio, “La cultura può dare delle risposte interessanti a tante esigenze del territorio in chiave turistica ed economica”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127