EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 10 Ottobre 2021

Luino: in Comune il punto sulle opere pubbliche tra le critiche della minoranza

Aggiornamento al DUP approvato durante l'ultima assemblea. Perplessità dei consiglieri d'opposizione su frazioni, viabilità e palazzetto dello sport

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il consiglio comunale di Luino ha approvato durante l’ultima seduta l’aggiornamento al DUP, documento unico di programmazione, il principale strumento per la programmazione strategica dell’ente pubblico.

Non sono mancate polemiche e prese di posizione rispetto al passaggio in assemblea del documento, che riassume in larga parte i progetti per il futuro della città, da qui ai prossimi tre anni, su cui la giunta Bianchi è al lavoro.

Diverse le questioni poste in evidenza dai consiglieri di minoranza; questioni che l’amministrazione ha poi affrontato, punto su punto, giustificando le scelte politiche in parte già annunciate in campagna elettorale, tornate al centro del dibattito pubblico per la parentesi sui contenuti del documento.

“Dove sono finite le frazioni, vostro cavallo di battaglia prima delle elezioni?” ha incalzato Alessandro Casali. “Cosa ne sarà del palazzetto dello sport, progetto fondamentale per le nuove generazioni, da voi accantonato? A quando la definizione dell’importante piano di riqualifica delle vie centrali?” ha aggiunto Pellicini.

Non tutte le idee dell’amministrazione trovano una definizione economica all’interno del DUP, ha quindi spiegato l’assessore Fabio Sai: “Basta guardare le cifre”. Il DUP non racchiude tra le sue pagine i progetti che richiedono una spesa inferiore ai 100mila euro. Ecco perché alcune iniziative non compaiono nel documento. “Non avranno un impatto economico rilevante – ha specificato Sai in riferimento al programma del suo gruppo consiliare – ma saranno comunque fondamentali per la vita quotidiana di chi abita in periferia”.

E a proposito invece di opere “impegnative” sotto il profilo della spesa, l’aggiornamento al documento ha riguardato anche l’avvio del secondo lotto di lavori presso il complesso del Lido. Gli uffici comunali stanno infatti ultimando la stesura di un bando che verrà proposto ad operatori del settore turistico per raccogliere le competenze necessarie alla realizzazione di una struttura ricettiva in linea con tutti i requisiti essenziali alla futura riapertura.

Sempre un rapporto alle grandi opere, soltanto il superamento di certe incognite relative alle misure sulla circolazione legate ad Alptransit, in primis la costruzione del sottopasso di via Cairoli, consentirà al Comune di poter affrontare certi dossier con maggiore sicurezza e precisione a livello programmatico e progettuale. E’ il caso del palazzetto dello sport, ma anche della riqualifica delle vie centrali.

“Sul palazzetto all’ex Visnova non torneremo indietro – ha affermato il sindaco Enrico Bianchi -. Il sottopassaggio sarà profondo, questa caratteristica, tenendo in considerazione l’ipotetica costruzione del palazzetto, determinerebbe un dislivello eccessivo all’ingresso dell’area. Ma ci sarà modo di discutere serenamente e in maniera più specifica di tutta la vicenda. Il palazzetto, ad ogni modo, rimane uno dei nostri obiettivi”.

Anche sulle vie centrali – ha aggiunto in conclusione il primo cittadino – occorrerà comprendere le conseguenze dei lavori “pre Alptransit” sulla circolazione di corso XXV Aprile, prima di mettere mano ai piani di riqualifica, in parte già presentati durante la passata legislatura.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127