Rancio Valcuvia | 16 Settembre 2021

Riqualifica ex torcitura di Rancio, Castoldi: “Grazie alla Cumdi ne gioverà tutto il territorio”

Il sindaco: "Abbiamo seguito da subito tutto l'iter iniziato tre mesi fa. Sia per riqualifica che posti di lavoro, un'opportunità che non ci siamo lasciati scappare"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grande entusiasmo in tutta la Valcuvia e nell’alto Varesotto per la notizia riguardante la rinascita dell’ex torcitura di Rancio Valcuvia che, chiusa nel dicembre 2004, sta tornando in vita grazie all’azienda Cumdi srl del patron Giuseppe Niesi: nascerà, infatti, un polo industriale di ultima generazione e specializzato che svilupperà un’economia circolare di estrema importanza a livello internazionale.

“Si tratta di una straordinaria realtà – commenta il sindaco di Rancio Valcuvia e presidente di Comunità Montana Valli del Verbano, Simone Castoldi -. Abbiamo seguito sin da subito, tre mesi fa, tutto l’iter, dopo la chiamata del signor Niesi che chiedeva informazioni sulla vecchia proprietà. In questo modo li abbiamo messi in contatto con il dottor Terragni (ex proprietario dell’area, ndr) ed è partito il dialogo tra le parti, che ci hanno coinvolto come amministrazione”.

“Il nostro pensiero – continua Castoldi -, da una parte, è stato quello di dare un’opportunità alle persone delle nostre valli, visto che l’azienda aumenterà il proprio organico e ci saranno 50-60 nuovi posti lavoro, mentre dall’altra riuscire a riqualificare una struttura come l’ex torcitura, che stava diventando una cattedrale nel deserto, è fondamentale per tutto il territorio”.

“Quello che hanno in mente Niesi e il suo team è un progetto straordinario – prosegue ancora il primo cittadino -, e hanno portato avanti la loro idea sempre in modo chiaro e trasparente, un discorso serio che abbiamo recepito. Per questo, come amministrazione, abbiamo deciso di azzerare quasi del tutto gli oneri di urbanizzazione con l’obiettivo di rinunciare a qualcosa per guardare al futuro e rilanciare il tessuto sociale nella nostra zona, con l’azienda che avvierà il piano assunzioni probabilmente nel prossimo anno”.

“Oltre al piano di riqualificazione e a quello sociale, con nuovi posti di lavoro, si prevedono opere che interesseranno tutta la comunità – dichiara ancora il sindaco di Rancio -. I lavori sono iniziati da qualche settimana e l’impatto ecologico è pari a zero. La struttura attuale non sarà sconvolta e dovremo parlare con Anas, in futuro, per studiare al meglio l’entrata e l’uscita dalla ditta sulla statale 394″.

“Insomma – conclude Castoldi -, non potevamo lasciarci scappare un’occasione come questa. In questo particolare momento storico che stiamo vivendo, dove si trovano imprenditori che abbiano il coraggio di investire nella nostra zona? Io non posso far altro che ringraziare la Cumdi e il signor Niesi. Una speranza, quella della rinascita dell’ex torcitura, che grazie a loro sta diventando realtà. È vitale per le nostre valli, da Laveno a Maccagno, passando dalla Valcuvia e arrivando fino ad Agra”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127