EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Brenta | 10 Settembre 2021

Brenta, si infiamma la campagna elettorale: “Il candidato sindaco non sa di cosa parla”

Botta e risposta tra Ballardin e Cervello sul tema delle opere pubbliche realizzate negli ultimi anni. Il primo cittadino: "Dove sei stato in tutto questo tempo?"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Riportiamo di seguito, in forma integrale, il messaggio di risposta al candidato sindaco Daniele Cervello inoltrato alla nostra redazione dal sindaco di Brenta Gianpietro Ballardin.

Un messaggio che arriva a seguito della lettera inviata a Luino Notizie da Cervello nella giornata di ieri per contestare al primo cittadino uscente – ricandidato alle amministrative di inizio ottobre come capolista di “Uniti per Brenta” – “strani cambiamenti” in rapporto all’assetto urbano a ridosso del voto (tra asfaltature e riqualifica di parcheggi abbandonati), aggiungendo alla propria lettera una seconda critica sulle modalità di approccio alle opere pubbliche realizzate negli ultimi anni, condizionate, secondo Cervello, dalle proposte di persone che condividono con l’attuale sindaco la medesima visione politica. 

Ecco il testo della risposta firmata da Gianpietro Ballardin.

Il candidato Sindaco (Cervello), probabilmente non conosce le tante opere che in questi anni sono state fatte nel comune di Brenta e probabilmente non sa che vi è una programmazione definita dal bilancio di previsione che segue, sia nei finanziamenti che nelle modalità di realizzazione, le indicazioni scaturite da una discussione del Consiglio Comunale sulle necessità individuate che rispondono, così come fatto in tutti questi anni, alle esigenze di tutte le persone che rappresentano nel loro insieme la molteplicità della popolazione di Brenta.

Questo è il compito di un amministratore, lavorare per il bene comune nella realizzazione di opere che fanno crescere nella sua complessità il paese di Brenta.

Se fosse stato più attento avrebbe visto come Brenta in questi anni è cambiata con le tante opere che vedono: un edificio scolastico completamente rinnovato e rispondente alle esigenze degli alunni con interventi che rispondono alle indicazioni date dagli alunni/e, una scuola dell’infanzia che ha mantenuto i suoi valori fondanti e che è stata completamente rinnovata ed efficientata nella sua struttura, un centro anziani in grado di accogliere e di rappresentare le esigenze della terza età, un ampia sala polivalente dedicata ad una figura significativa per il paese di Brenta e utilizzata per molteplici iniziative: per il teatro, per la ginnastica per le esigenze delle associazioni; un parco pubblico comunale che viene portato quale esempio in molte realtà del territorio provinciale, con il suo campo da calcetto e pallavolo in erba sintetica, con l’area giochi recentemente completata nella sua condizione di accesso e nella dotazione di giochi inclusivi, un importante spazio coperto dove si possono svolgere attività di ballo, teatro, dibattiti, feste benefiche, feste di compleanno, battesimo e molto altro ancora, una importante dotazione di gioco delle bocce che vede lo svolgersi di numerose ed importanti iniziative e…. molto altro ancora realizzato o in fase di programmazione nell’idea che ci ha contraddistinto sulla visione di interesse comune nell’utilizzo di un’area pubblica.

Non dimentichiamo poi gli importanti lavori realizzati nell’area di San Quirico: la realizzazione del nuovo spazio a cimitero, la ristrutturazione di parti importanti dell’area più vecchia, il rinnovamento totale degli alberi e delle pavimentazioni esterne dal contesto limitrofo all’importante Santuario, di cui possono fruire e godere nella serenità che questo luogo può offrire, coloro che per ragioni diverse lo frequentano.Poi l’ascensore che ti porta direttamente in chiesa e i parcheggi fruibili dalle persone anziane o con condizioni di disabilità, la sistemazione del monumento dei caduti e poi interventi sulle fognature di sostituzione delle tubazioni delle acque chiare e scure, la realizzazione di nuovi bacini, gli impianti di controllo, i tanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

E molte, molte altre cose che avremo modo di ricordare a questi signore a tempo debito e nelle forme dovute. Non da ultimo le risorse. Qui vi è stato un grande lavoro fatto di capacità e competenza nel reperimento di risorse che arrivano prevalentemente da finanziamenti che, grazie ad un grande lavoro tecnico e amministrativo, siamo stati in grado di intercettare e spendere per dare incremento alle dotazioni necessarie al paese.

Ma dove era in tutti questi anni di intenso e appassionato lavoro questo signore che oggi viene a farci la morale? Io non ricordo di averlo mai visto così come la quasi totalità dei suoi componenti di lista. Non ricordo di aver avuto il benché minimo suggerimento o una proposta che ci aiutasse a comprendere anche un’idea diversa che si poteva attuare a beneficio degli abitanti di Brenta.

Non li ho mai visti partecipare, anche prima della pandemia, alle riunioni del Consiglio comunale o ad una qualsiasi riunione o iniziativa che avesse quale argomento gli interessi generali dei cittadini di Brenta.

Certo nella “discussione da bar”, specie fuori dai confini di Brenta si possono dire tante cose, tutto diventa facile, molte cose si possono fare e soprattutto criticare, ma la realtà delle cose è molto diversa, è fatta di passione, di sacrificio, di impegno, di dedizione e soprattutto di capacità in una condizione che si muove nella rappresentanza di tutti i cittadini e non di una componente partitica mascherata da una condizione pseudo-civica.

Io devo solo ringraziare chi ha collaborato e lavorato intensamente con me in tutti questi anni alla realizzazione dei tanti importanti progetti e soprattutto devo essere grato ai cittadini di Brenta che ci hanno dato fiducia consentendoci di migliorare la condizione del nostro paese nella prospettiva di un nuovo percorso amministrativo che ci consentirà di continuare il positivo percorso di costruzione di una realtà sempre più integrata e capace di dare soluzione ai problemi della gente e del nostro territorio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127