EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Brenta | 9 Settembre 2021

Brenta, il candidato sindaco Cervello critica l’amministrazione Ballardin

L'attacco da parte della lista "La Nuova Brenta": "Nel periodo elettorale nuove asfaltature e pavimentazioni in parcheggi abbandonati. Come mai?"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nel periodo preelettorale si notano strani cambiamenti nel territorio: nuove asfaltature, anche di strade periferiche; pavimentazione di parcheggi abbandonati a se stessi da tempo immemore come le periferie trascurate. Nessuno si chiede come mai? E con quali fondi sono state effettuate quelle opere? Che per caso siano finanziamenti regionali?”.

A domandarselo, in un comunicato stampa inviato alla nostra redazione, dopo la presentazione della lista avvenuta qualche giorno fa, è il candidato sindaco della lista “La Nuova Brenta”, Daniele Cervello, che alle elezioni amministrative in programma per il 3-4 ottobre se la vedrà con il primo cittadino uscente Gianpietro Ballardin, in carica da dieci anni.

Il sindaco di un Comune ha il dovere di ascoltare tutti i propri concittadini – prosegue Cervello -, perché tutti i cittadini hanno pari dignità davanti alla pubblica amministrazione: non esistono cittadini di serie A, magari quelli con le idee più vicine a quelle del sindaco e cittadini di serie B, quelli meno vicini alle sue posizioni. Un buon sindaco deve avere anche l’umiltà di mettere in atto tutte quelle iniziative, a prescindere dell’appartenenza politica di chi le propone, che possano portare lo sviluppo del proprio paese e non selezionarle in base al colore politico del proponente”.

Oggi ci si rende conto che tanti Comuni, soprattutto di piccole e medie dimensioni, sono colonizzati da decenni sempre dagli stessi amministratori e tanti cittadini delusi e amareggiati non hanno il coraggio di dissentire dalle decisioni sbagliate, che questi amministratori pubblici prendono, amministratori che oltre a rivestire la funzione istituzionale, rivestono anche e soprattutto, la carica di arroganza. Si sente parlare spesso e volentieri di incentivare l’occupazione, ma nessuno si è mai chiesto come si può creare occupazione lavorativa se non si hanno a disposizione neanche gli spazi per aprire attività?”.

La delusione e lo scoramento sono totali, ma oggi è il momento di dire basta – conclude Cervello -. Il nostro gruppo proporrà anche di nominare rappresentanti di rione che si faranno portavoce delle varie problematiche. Una nuova e diversa politica si può e si deve fare, questo è un imperativo morale. L’alternativa ai vecchi politicanti c’è ed è a portata di mano, anzi di voto”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127