Giappone | 24 Agosto 2021

Al via le Paralimpiadi di Tokyo, Morlacchi e Vio guidano gli azzurri: “Meraviglioso portare la bandiera”

Emozione palpabile quella della schermitrice e del nuotatore luinese, che sarà in vasca già stanotte, nel ruolo di portabandiera dell’Italia. Ecco gli orari delle gare

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’emozione riempie ancora una volta lo stadio olimpico di Tokyo poche settimane dopo la chiusura dei Giochi Olimpici: alle 13 italiane le luci si sono riaccese sulla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, giunte quest’anno alla loro sedicesima edizione.

“We have the wings”, questo il tema della suggestiva cerimonia tenutasi – anche in questo caso senza pubblico sugli spalti – alla presenza dell’imperatore giapponese Naruhito e del presidente del Comitato Paralimpico Internazionale Andrew Parsons: le ali che portano in alto i sogni di tutti gli atleti che si cimenteranno nelle varie discipline, ma anche i sogni di chi li guarderà da lontano e si lascerà ispirare dalla loro forza e dalla loro straripante energia.

I sorrisi si colgono chiaramente nonostante le mascherine e, fra i tanti, risplendono quelli della delegazione azzurra: 115 atleti guidati da due emozionatissimi portabandiera, la schermitrice Bebe Vio e il nuotatore luinese Federico Morlacchi.

Il ventottenne, che ha al suo attivo già sette medaglie vinte nelle precedenti edizioni dei Giochi (un oro, tre argenti e altrettanti bronzi), si è detto fin da subito onorato per il privilegio che gli è stato conferito: “È stato meraviglioso portare la bandiera, nonostante lo stadio fosse vuoto”, ci ha raccontato a caldo, appena pochissime ore dopo aver condotto la sfilata della spedizione italiana.

Un ruolo importante, il suo, che rappresenterà senz’altro una motivazione in più a far bene nelle gare che lo vedranno protagonista a partire da domani notte: già durante una breve cerimonia svoltasi durante il consiglio comunale dello scorso 30 giugno, infatti, il nuotatore ha annunciato che farà di tutto “per rappresentare degnamente” il tricolore ricevuto dalle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la città di Luino.

Morlacchi, nato con una ipoplasia congenita al femore sinistro, è entrato in vasca sin da piccolissimo: aveva tre anni, infatti, quando i medici hanno indicato il nuoto come attività sportiva in grado di permettere al suo corpo uno sviluppo uniforme. Una strada tracciata fin da subito, insomma, che ha consentito all’atleta di raggiungere risultati eccellenti a livello nazionale, europeo e mondiale. E alla folta schiera di medaglie, molto presto si aggiungerà anche un traguardo personale non meno ricco di emozione: pochi giorni fa, infatti, il nuotatore ha annunciato tramite i social l’arrivo di un figlio, Tommaso, dalla compagna Francesca Gennu con cui convive a Cuveglio, ricevendo – tra gli altri – gli auguri di Federica Pellegrini e Niccolò Martinenghi (con cui condivide l’allenatore).

Quando tifare Federico Morlacchi? Chi non ha paura di puntare la sveglia a orari antelucani, potrà seguire tutte le batterie di qualificazione tra le 2 e le 4.45 del mattino (ora italiana), mentre le finali verranno disputate tra le 10 e le 14 circa. Entrando più nello specifico, ecco tutti gli orari delle gare:

mercoledì 25 agosto, 400 stile libero: batterie 2-4.45 e finale 10-14.05;
giovedì 26 agosto, 100 rana: batterie 2-4.25 e finale 10-13.35;
mercoledì 1 settembre, 200 misti: batterie 2-4.20 e finale 10-13.40;
giovedì 2 settembre, 100 farfalla: batterie 2-4.35 e finale 10-13.50.

Se l’atleta luinese verrà selezionato anche per competere nelle due staffette 4×100 stile e mista, gli appuntamenti con queste due prove saranno lunedì 30 agosto e venerdì 3 settembre. (Immagini da Comitato Italiano Paralimpico)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127