EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 14 Luglio 2021

Piattaforma ecologica di Luino, proseguono i lavori di ristrutturazione e la bonifica

La struttura, posta in località Cucco, è interessata da un intervento per un ammontare totale di oltre 850mila euro. Ecco come stanno andando le opere 

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Novità per quanto riguarda i lavori presso la piattaforma ecologica di via Gorizia a Luino. Ad annunciare lo stato di avanzamento dei lavori sono il sindaco del Comune di Luino, Enrico Bianchi, il presidente e la giunta della Comunità Montana delle Valli del Verbano.

I lavori, iniziati il 23 novembre scorso, dureranno fino al prossimo autunno (in totale l’intervisto prevede una durata di circa 40 settimane – 280 giorni), tenendo conto dei periodi di fermo per la sovrapposizione delle fasi lavorative e dei giorni di maltempo secondo l’andamento medio stagionale.

Lo stanziamento per l’intervento è pari a circa 856mila euro: i lavori posti a base di gara ammontano a 681.303,02 euro comprensivi dei costi della sicurezza, mentre l’incidenza della manodopera si aggira a 175.496,64 euro complessivi.

Diversi i lavori nel dettaglio in corso d’opera:
– lo sgombero totale dell’area dalle attuali attrezzature e dai residui di rifiuti accumulati e la bonifica dalle lastre di fibrocemento a copertura della attuale tettoia RUP;
la completa demolizione delle tettoie, delle pavimentazioni in asfalto e cemento del piazzale superiore e di quella in asfalto del piazzale inferiore, la rimozione delle baracche uso uffici e servizi e delle reti dei sottoservizi;
– la realizzazione di porzioni di muro in cemento armato per il consolidamento del muro esistente, l’ampliamento delle baie di carico e per la delimitazione perimetrale e della rampa di accesso al piazzale superiore con funzione di confinamento del terrapieno oggetto di POB;
– l’esecuzione delle opere di capping previste dal POB redatto dalla Soil Water srl per la parte relativa alla stazione di raccolta rifiuti, consistenti nella stesura di un telo in HDPE continuo con gli opportuni strati di sottofondo e protezione (si precisa che il terreno oggetto di bonifica non verrà asportato ma esclusivamente regolarizzato e rimodellato al fine di consentire la corretta stesura del telo impermeabilizzante);
– la realizzazione di nuovi sottoservizi: fognature, impianto di trattamento AMPP, impianto idrico elettrico e di illuminazione (si precisa che nell’area soggetta a POB tutti i sottoservizi saranno posti al di sopra del telo impermeabilizzante);
– la realizzazione delle nuove pavimentazioni, in parte in cls ed in parte in asfalto, con relativi cordonati perimetrali, zanelle e chiusini;
– la realizzazione di tre tettoie in acciaio a protezione delle casse destinate alla raccolta della carta e del verde, alla raccolta degli imballaggi ed elettrodomestici e alla raccolta dei RUP;
– la realizzazione delle opere murarie e delle predisposizioni impiantistiche per l’impianto di pesa, del sistema di controllo accessi e di videosorveglianza;
– la posa di nuovi box prefabbricati uso uffici e servizi, delle recinzioni perimetrali e dei cancelli.

Durante le fasi di ristrutturazione la Comunità Montana delle Valli del Verbano, in accordo con la società Econord, ha attivato:
– un servizio, con frequenza mensile, di raccolta del verde effettuato mediante lo stazionamento di n. 2 compattatori presso il posteggio antistante il parco Margorabbia situato tra il centro di raccolta e l’impianto di compostaggio di via Gorizia;
– un potenziamento del servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti presso le utenze dei comuni di: Luino, Germignaga, Brissago, Mesenzana e Montegrino;
– un servizio, con frequenza settimanale, di raccolta dei rifiuti pericolosi effettuato mediante lo stazionamento di un ecomobile presso il posteggio antistante il parco Margorabbia, situato tra il centro di raccolta e l’impianto di compostaggio in via Gorizia.

“Ricordiamo agli utenti – spiegano ancora dal Comune e da Comunità Montana -, di utilizzare, in questa fase e per tutto il periodo dei lavori, i centri di raccolta di Cavona e Porto Valtravaglia e di non abbandonare i rifiuti all’esterno dell’area di via Gorizia.  Resta inteso che i servizi di cui sopra potranno subire variazioni, che saranno valutate di volta in volta, sulla base delle diverse esigenze che dovessero manifestarsi”.

Ulteriori comunicazioni, in merito ad eventuali variazioni e/o comunicazioni inerenti allo stato dei lavori e la data di riapertura, saranno comunicate non appena disponibili le nuove valutazioni di natura tecnico/amministrativa che saranno oggetto di incontro nei prossimi giorni tra ufficio tecnico di Comunità Montana ed impresa appaltatrice.

“Vi chiediamo – concludono – di sopportare gli eventuali disagi che dovessero verificarsi, e di rivolgervi al numero verde 800 13 55 86, per eventuali esigenze che dovessero sorgere”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127