EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 20 Aprile 2021

Covid, verso l’estate con il pass per gli spostamenti: che cos’è e come funzionerà

Lo strumento permetterà di viaggiare tra le regioni - anche quelle in zona arancione o rossa - sulla base di specifici requisiti. Ministeri al lavoro sulle modalità

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

In vista del prossimo decreto Covid, i cui punti principali sono già stati annunciati dal premier Draghi nella conferenza stampa di venerdì pomeriggio, proseguono a livello ministeriale le attività per definire il funzionamento del pass che consentirà ai cittadini di spostarsi, anche per motivi turistici, in tutta Italia durante la stagione estiva.

Dal 26 aprile, giorno in cui il nuovo decreto diventerà operativo, lo spostamento tra regioni sarà consentito soltanto per quei territori situati in zona gialla ma lo scopo del pass sarà proprio quello di estendere gli spostamenti anche alle località in zona arancione e rossa, facendo affidamento – oltre che sul buon senso delle persone – su una ulteriore misura di sicurezza e prevenzione, anche per quanto concerne l’accesso e la partecipazione a eventi ricreativi, di carattere sportivo e culturale.

I requisiti per poter usufruire del pass saranno tre: la vaccinazione già effettuata, l’avvenuta guarigione dal coronavirus oppure l’esito negativo di un tampone eseguito nelle quarantotto ore che precedono lo spostamento. Sul fronte delle modalità attraverso cui presentare la propria idoneità al viaggio, i lavori sono in corso.

Stando alle informazioni fino a qui circolate, si potrebbe partire con una autocertificazione cartacea da allegare ad un documento, prodotto dalle autorità sanitarie locali, che attesti il livello di protezione del soggetto. L’obiettivo finale, però, dovrebbe essere quello di un tesserino o in alternativa una card digitale. Ipotesi queste ultime che si collegano ad un più ampio discorso già avviato dalla Commissione europea per giungere ad un pass di carattere comunitario durante l’estate, ma tutto dipenderà dalla percentuale di immunizzazione e dunque dai ritmi delle campagne vaccinali nei diversi Paesi.

Sulle tempistiche riguardanti il pass “nostrano” si attende l’ufficialità. La previsione del governo, attualmente, è di attivare il provvedimento intorno alla metà di maggio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127