EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 16 Aprile 2021

Covid, dal 26 aprile tornano le zone gialle: si riparte da bar e ristoranti all’aperto

Il premier Draghi ha introdotto le linee guida del prossimo decreto che consentirà ai locali di ricominciare. Sì anche a spettacoli e sport. Scuola in presenza

Tempo medio di lettura: 2 minuti

E’ con “prudente ottimismo e fiducia” che il premier Mario Draghi guarda alla definizione della tabella di marcia per le riaperture da qui all’inizio della stagione estiva. E’ questa la sensazione che il presidente del Consiglio ha condiviso con la stampa durante una conferenza che si è tenuta nelle scorse ore.

L’incontro, finalizzato a comunicare le principali novità emerse dopo un lungo confronto tra i vertici di Palazzo Chigi e il Comitato tecnico scientifico, ha portato in primo piano le componenti di quello che sarà l’impianto del prossimo decreto Covid.

Con il 26 aprile torneranno in vigore le zone gialle e la priorità rispetto al tema delle riaperture andrà alle attività praticabili all’aperto e alla scuola. I locali della ristorazione potranno quindi riaccogliere i clienti nelle aree esterne e, sia nelle zone gialle che in quelle arancioni, gli studenti torneranno alle lezioni in presenza (con una parte di didattica a distanza che rimarrà invece in vigore soltanto nelle zone rosse). Il via libera riguarderà anche gli spettacoli e le iniziative culturali, così come lo sport. Rilevante, inoltre, la scelta di consentire gli spostamenti tra regioni in zona gialla, con il probabile ricorso ad un “pass” per i viaggi tra regioni di colore diverso, che certifichi l’avvenuta vaccinazione e la negatività al tampone risalente alle quarantotto ore precedenti lo spostamento.

A sostegno di queste misure ci sono i dati scientifici elaborati, secondo i quali il contagio negli spazi all’aperto si attesta ad un livello di rischio basso, ovviamente nei contesti in cui da parte delle persone presenti vi sia un elevato senso di responsabilità riguardo agli accorgimenti anti assembramento e all’uso delle mascherine.

Sempre durante l’incontro il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha indicato gli altri obiettivi da raggiungere in funzione dei mesi estivi, a cominciare dalla riapertura delle piscine all’aperto e degli stabilimenti balneari che, indicativamente, potrebbe avvenire il 15 maggio. Le altre due date chiave sono il primo giugno, per la ripresa delle attività connesse alle palestre, e il primo luglio, per riavviare tutte le attività legate alle fiere.

Sugli ultimi sviluppi si è espresso anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, oggi in visita all’hub vaccinale allestito presso la Fabbrica del Vapore a Milano, dove il governatore ha inoltre annunciato l’attivazione delle prenotazioni per la fascia over 65 a partire da lunedì: “Dai dati arrivati da Roma che abbiamo potuto esaminare, la Lombardia potrebbe già essere considerata zona gialla – ha affermato Fontana -. Ad oggi però, come ben sapete, sono presenti dei limiti sul cambiamento delle fasce, ma i numero sono certamente positivi”.

(Foto di copertina dalla pagina Facebook “Palazzo Chigi – Presidenza del Consiglio dei Ministri) 

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127