EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 24 Marzo 2021

Luino, striscioni sui balconi: le famiglie continuano a chiedere la riapertura delle scuole

Dopo le iniziative delle scorse settimane, con disegni e frasi davanti alle scuole, e alla manifestazione di domenica a Varese, a Luino un altro gesto per farsi sentire

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

La mia casa non è la scuola“. È questa la nuova frase comparsa sugli striscioni di tanti balconi del territorio luinese, in segno di protesta da parte di diverse famiglie, che ancora una volta si rivolgono al Governo e a Regione Lombardia, per chiedere ulteriormente la riapertura delle scuole e il ritorno sui banchi dei loro figli.

La zona rossa in Lombardia, entrata in vigore dal 15 marzo scorso, ha infatti imposto la chiusura di tutti gli istituti di ogni ordine e grado, e sta causando disagi e problemi a tanti genitori che, quotidianamente, devono gestire i loro impegni lavorativi e la didattica a distanza dei loro figli.

“Oltre ad aver partecipato in tanti alla manifestazione di domenica a Varese – commentano alcune mamme ed alcuni papà -, continuiamo a far sentire la nostra voce con queste piccole iniziative, ma che per i nostri bambini e ragazzi sono molto importanti. La scuola è sicura e loro devono tornare in classe con le loro insegnanti e i loro docenti”.

Nella giornata di oggi, invece, è stata la vicesindaca di Luino ed assessore all’Istruzione, Antonella Sonnessa, a tracciare un quadro sociale della situazione, cercando di analizzare il momento e far riflettere le famiglie del territorio, con una lunga testimonianza.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127